Aspirapolvere Electrolux: tutti i migliori modelli
Il Black Friday 2021 è iniziato! Sulla nostra pagina Migliori offerte Black Friday 2021 puoi trovare decine di guide dedicate ad ogni tipologia di prodotto. Scopri tutti gli sconti più interessanti assicurandoti di avere un abbonamento Amazon Prime attivo per accedere alle offerte in anticipo!

N.B. Questo contenuto, come tutti gli altri, è sempre il risultato del nostro lavoro costante. Per maggiori dettagli su come realizziamo i nostri contenuti ti invitiamo alla pagina Come lavoriamo.

 

Cosa succede se metti insieme un aspirapolvere e una lampada a cherosene? No, nessuna esplosione di sorta solo la nascita di uno dei più grandi produttori di elettrodomestici al mondo. Nato dalla fusione tra una azienda di aspirapolvere e una società di illuminazione a cherosene, Electrolux ha cambiato il modo di vivere l’ambiente casalingo. In questa guida vedremo proprio il prodotto con cui l’azienda è arrivata sul mercato, scoprendo le ultime evoluzioni degli aspirapolvere Electrolux.

Aspirapolvere Electrolux: quale comprare?

Erano i primi del 900 a Stoccolma e un imprenditore svedese che rispondeva al nome di CG Linbloom, era seriamente preoccupato per il futuro della sua azienda di lampade a cherosene, la AB Lux. La corrente elettrica stava infatti soppiantando l’illuminazione classica a derivati del petrolio, evoluzione che presentava un bel problema per il signor Lindbloom. Intanto un altro signore svedese, che aveva militato nel campo della vendita per oltre dieci anni, si era messo in testa di vendere aspirapolvere, apparecchio che risultava una vera novità visto che era stato inventato proprio nei primi anni di quel secolo. Il nome di quest’uomo era Axel Wenner-Green, un nome che il signor Lindbloom non dimenticò tanto facilmente, specie dopo che vide il Modello 1, un ingombrante e costoso bidone aspirapolvere che pesava la bellezza di 14 kg. L’aspirapolvere presentato da Wenner-Green fu la scintilla che fece scattare la collaborazione tra i due uomini e risolse, non solo i loro problemi, ma anche quelli di diverse generazioni di persone.

Nacque così l’azienda che oggi conosciamo come Electrolux, marchio di qualità e innovazione in diversi campi dell’elettrodomestico. Dai primi del 900 a oggi Electrolux ha continuato a sperimentare, trasformando i suoi aspirapolvere in prodotti all’avanguardia, funzionali e soprattutto leggeri. In questa guida abbiamo selezionato gli aspirapolvere Electrolux scegliendo gli esponenti migliori dell’azienda. Per farlo abbiamo valutato delle caratteristiche importanti che non devono mai mancare in una buona aspirapolvere.

Forza di aspirazione

Innanzitutto forza di aspirazione, il mercato è pieno di aspirapolvere di ogni tipo ma quelle che aspirano davvero sono poche. È quindi bene scegliere un prodotto con grande potenza aspirante, magari con più livelli di velocità, e che non vi costringa a passare più volte nello stesso punto portando via lo sporco con una sola passata. Alcuni aspirapolvere Electrolux della nostra selezione sono dotati del motore proprietario Silent Performer Cyclonic, che non solo permette di sfruttare la potenza di un aspirapolvere ciclonico ma di farlo anche con il minimo rumore.

Serbatoio

Il serbatoio è poi un altro elemento da valutare. Un recipiente in plastica nato per contenere lo sporco e sostituire definitivamente i sacchetti. È bene scegliere un aspirapolvere con un serbatoio abbastanza capiente e in grado di essere smontato e svuotato con facilità e senza contatti con la polvere.

Accessori

Gli aspirapolvere Electrolux sono presenti in ogni campo della pulizia e vanno dalla classica aspirapolvere con tubo e traino, alla scopa elettrica senza filo, che risulta perfetta per chi vuole un prodotto maneggevole e per pulizie veloci, fino all’aspirapolvere portatile invece più indicata per chi cerca una macchina per le piccole superfici (tavolo o divano). È quindi utile valutare un altrao parametro fondamentale e che estende le potenzialità di ognuna di queste macchine ovvero gli accessori. Spazzole extra, tubi e beccucci, microspazzole con setole, tutti elementi che è utile avere già nella scatola base al momento dell’acquisto.

Autonomia

Se preferite optare per un aspirapolvere senza filo è bene tenere a mente che queste macchine hanno una certa autonomia. La tempistica media raggiunta da questi prodotti è solitamente di 30 minuti circa. Electrolux però offre delle macchine senza filo in grado di arrivare tranquillamente a 45 minuti.

Peso

Infine, se avete bisogno di un aspirabriciole o aspirapolvere portatile anche il peso diventa una variabile necessaria da valutare in modo da non ritrovarvi con un prodotto troppo pesante da sorreggere durante le pulizie. Se siete soliti usare l’aspirapolvere portatile per pulire ripiani alti della libreria o della credenza è bene scegliere un prodotto con un peso non superiore ai 2 kg.

Di seguito trovate la nostra selezione di prodotti consigliati realizzata seguendo proprio tutte queste caratteristiche e divisa per forma factor.

Aspirapolvere Electrolux con traino

Cominciamo con la tipologia di macchina più vicina all’aspirapolvere classica con tubo e bidone al seguito. Electrolux produce sia macchine con sacchetto che quelle con serbatoio. Abbiamo preferito queste ultime perché, a parità di prezzo, il serbatoio lavabile e riutilizzabile è una comodità troppo grande a cui rinunciare, e permette anche di risparmiare sull’acquisto di nuovi sacchetti. L’aspirapolvere con traino è poi una macchina consigliata se avete delle stanze ampie e se cercate un’elevata potenza aspirante garantita dal filo. In caso contrario meglio ripiegare sulle nuove aspirapolvere senza fili e che trovate nella sezione successiva.

Aspirapolvere Electrolux senza filo

Una vera e propria evoluzione nel campo dell’aspirazione casalinga. Questa tipologia di macchina è contraddistinta da leggerezza, maneggevolezza e prestazioni che ormai raggiungono lo stesso livello degli aspirapolvere con il filo. Sono prodotti consigliati se non avete spazi per riporre l’aspirapolvere e se volete una pulizia smart della vostra abitazione. Naturalmente non avendo corrente diretta hanno solo una certa autonomia, superata la quale devono necessariamente essere ricaricate. Se abitate in una casa molto grande che richiede parecchi tempo per la pulizia è un fattore che va assolutamente tenuto in considerazione.

Electrolux EERC72EB

Aspirapolvere Electrolux Portatile

Gli strumenti che arrivano dove l’aspirapolvere normale non può arrivare. Queste macchine portatili chiamate anche aspirabriciole sono perfette per la pulizia delle piccole superfici e svolgono un lavoro eccellente per togliere le briciole dal tavolo, ma anche dai sedili della macchina. Se avete animali inoltre sono ottime per rimuovere i peli dal divano.

Electrolux Rapido ZB5106B

Un prodotto portatile diverso questo aspirapolvere Electrolux, Rapido di nome ma anche di fatto. La sua ricarica infatti, di sole 3-4 ore, gli garantisce un autonomia di ben 23 minuti che si riducono a 11 in velocità max. Una durata molto importante a dispetto di altri aspirapolvere portatili che spesso faticano ad arrivare a 1o minuti.

Grazie alle ruote brevettate da Electrolux Soft Steer, che abbiamo già visto nel precedente aspirapolvere senza filo, l’aspirazione è facilitata e la macchina scorre meglio su qualsiasi superficie evitando inoltre di rigarla come succede invece con altri apparecchi simili. Inoltre le ruote permettono uno sforzo minore durante la pulizia anche da parte dell’utente. Gli accessori inclusi garantiscono poi di estendere al massimo le funzionalità di questo aspirapolvere grazie alla bocchetta per fessure integrata e il pennello per mobili.

Questa aspirapolvere Electrolux è davvero uno dei migliori prodotti portatili sul mercato. Potente, duraturo e con un serbatoio da 0,5 litri sa bene come ripulire tavole, divani, poltrone e tutte le altre piccole superfici. Unica pecca il prezzo, che rimane di una ventina di euro più elevato rispetto alle macchine della concorrenza ma è ampiamente compensato dalla durata.

Lascia un commento