Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Anthem

Anthem

di Matteo Gobbiaggiornato il 12 ottobre 2018
attesamedia
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Anthem presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 20 Novembre 2018.
Anthem farà il suo debutto il 22 febbraio 2019: tutte le novità sul titolo BioWare

Come era lecito aspettarsi, l’attesissimo Anthem ha chiuso in maniera esplosiva l’ultimo EA Play 2018, annuale show di Electronic Arts in contemporanea all’E3 2018 di Los Angeles. Tante le novità mostrate, tra nuove informazioni sul mondo di gioco, gameplay e data di uscita della nuova IP firmata BioWare.

Anthem news: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo titolo

La chiusura dell’annuale EA Play è stata interamente riservata a Anthem, nuova IP targata BioWare (i creatori di Mass Effect, Dragon Age ed altre serie d’importanza considerevole). Dopo essere stati mostrati un trailer, un Q&A con gli sviluppatori ed un lungo video dedicato al gameplay del gioco, possiamo finalmente analizzare nel dettaglio le principali caratteristiche del titolo.

Storia: l’abbandono degli Dei

Il suggestivo mondo di Anthem e la storia che andremo ad affrontare ruotano intorno al concetto del cosiddetto Inno della Creazione. In tempi antichi gli Dei decisero di creare un mondo popolato da diverse razze e con proprietà uniche, mediante uno strumento denominato Matrice della Creazione. Dopo alcuni giorni dall’inizio della Creazione, tuttavia, gli Dei decisero di abbandonare la loro opera, lasciando un mondo imperfetto ed incompleto, ma soprattutto popolato dal caos di creature spaventose ed impetuosi fenomeni atmosferici.

Tra le mura della fortezza di Tarsis, l’umanità cerca di sopravvivere all’ostile mondo esterno, ma una fazione, gli uomini del Dominion, pensa di poter utilizzare gli strumenti creati dagli Dei come arma per soggiogare il mondo al proprio volere. Per fronteggiare la minaccia del Dominion, un corpo di piloti d’elite, gli Specialisti, sono chiamati ad una missione cruciale per la salvezza e la sopravvivenza del genere umano.

Gameplay: dalle classi disponibili alle possibilità di co-op

Sulla falsa riga dell’IP di Activision/Bungie – Destiny – anche Anthem fonda il suo gameplay su un mondo di gioco condiviso in salsa MMORPG. A disposizione dei giocatori troviamo quattro classi differenti, ciascuna che farà mostra della propria Strali. Queste non sono altro che gli esoscheletri indossati dagli Specialisti per affrontare l’ostilità del mondo esterno, e renderanno possibile sia impiegare gli armamenti e le abilità, sia sopravvivere all’interno di un’atmosfera altrimenti tossica per gli esseri umani.

Le quattro classi si divideranno in Ranger, Colossus, Interceptor e Storm. La prima rappresenta la classe più versatile: il Ranger, infatti, rappresenta il connubio ideale tra agilità nei movimenti e potenza di fuoco, grazie ad una serie di armi ed abilità che metteranno i nostri nemici in seria difficoltà. Il Colossus rappresenta, invece, il classico Tank con cui potremo adoperare armi di grosso calibro, abilità di detonazione avanzate unite alle sue possibilità difensive per tutto il team.

La classe Interceptor si fonda interamente sull’agilità, utilissimo per le azioni diversive e per i combattimenti a distanza. Infine, la classe Storm unisce le possibilità sopra citate alle abilità magiche di cui è disposto. È stato annunciato, inoltre, che dopo il lancio arriveranno con aggiornamenti (teoricamente gratuiti, staremo a vedere) nuove classi oltre a queste iniziali.

Una volta personalizzato il proprio armamento e scelta la propria Strale, il team potrà partire per una serie di missioni che andranno a comporre la campagna principale di Anthem. In questo senso il gioco proporrà due strade differenti: la prima, maggiormente consigliabile sia per facilità che per divertimento, è quella del multiplayer cooperativo a quattro giocatori, che permetterà di affrontare le missioni con il massimo della coordinazione.

La seconda è la possibilità di affrontare l’intera storia di Anthem in solitaria, pur rimanendo obbligatoria una connessione permanente ai server di gioco. In questo senso, il titolo di BioWare offre una possibilità maggiore rispetto al già citato Destiny, franchise contro cui sembra voler andare apertamente: non saremo obbligati a scegliere una classe principale con cui affrontare l’intera avventura, ma ci sarà data la possibilità di scegliere di volta in volta la Strale più adatta. Potremo addirittura switchare rapidamente da una classe all’altra direttamente all’interno della missione, vista la possibilità di partire sempre con un team completo, anche se in parte gestito dall’IA di gioco.

Un altro aspetto fondamentale sarà sicuramente quello dell’esplorazione, resa in maniera decisamente spettacolare dall’utilizzo delle Strale come tute di volo, ma anche sottomarine. In questo senso non può che nascere spontaneamente il confronto con la serie Iron Man dell’universo cinematografico Marvel, ma anche con quel sistema di movimento abbozzato con il precedente lavoro di BioWare, Mass Effect Andromeda. Di quest’ultimo troviamo anche diversi riferimenti nel gunplay e nelle abilità a disposizione, sebbene questi aspetti siano ancora decisamente da approfondire in vista del lancio definitivo.

Chiudiamo con le informazioni che riguardano il comparto tecnico, con un framerate che sarà stabilizzato sui 30 fps per le versioni PS4 e Xbox One, mentre gli utenti PC potranno contare su un framerate sbloccato, sebbene non siano ancora stati annunciati i requisiti tecnici per il gioco in questione.

Anthem trailer: l’esplosiva presentazione dell’E3 2018

Anthem beta: quando potremo mettere le mani sul nuovo titolo?

Nonostante non ci sia ancora una data certa, EA ha annunciato tutti coloro che pre-ordineranno il titolo otterranno un accesso VIP alla demo di Anthem, un emblema dei fondatori e un’arma leggendaria all’interno del gioco e la Legion of Dawn Armor per l’armatura Javelin del Ranger. In più, chi acquisterà l’edizione Legion of Dawn Armor riceverà anche il set completo della Legion of Dawn Armor, un’implementazione al Javelin del Ranger, la colonna sonora ufficiale del gioco e molto altro.

Anthem uscita e prezzo in Italia

L’attesa sarà ancora un po’ lunga: Anthem farà il suo debutto su PlayStation 4, Xbox One e PC il prossimo 22 febbraio 2019.

10 giugno 2018
Anthem si mostra per la prima volta all'EA Play 2017: cosa possiamo aspettarci?

Annunciato da Electronic Arts in occasione dell’EA Play 2017 e presentato ufficialmente in un trailer di gameplay durante la conferenza Microsoft dell’E3 2017, Anthem è il primo capitolo di una nuova IP di Bioware. Le novità mostrate sono molte, come le aspettative del pubblico, ed in questo articolo troverete tutti i rumor, i trailer e le news di Anthem per placare la vostra sete di conoscenza su questa nuovissima intrigante serie.

Anthem rumors: tutto quello che sapevamo dopo la prima presentazione del 2017

Dopo il successo non proprio esaltante di Mass Effect Andromeda dovuto in parte alla controversa pubblicità negativa al lancio il pubblico sembrava stesse iniziando a dubitare del futuro di Bioware, però questo dubbio fortunatamente sembra già essere stato parzialmente sedato grazie appunto all’annuncio a sorpresa di Anthem. Dopo le controversie legate alle micro transazioni di Battlefront 2 questo gioco svolgerà un ruolo molto importante per EA, essendo sotto tutti i riflettori per capire se l’azienda americana abbia imparato o meno la lezione. Andando però a parlare nello specifico di ciò che sappiamo finora, in questo nuovo gioco dai toni action-RPG (ormai divenuti il canone nelle produzioni della nota casa di sviluppo canadese) impersoneremo un membro dei Freelancer, gruppo di guerrieri protettori della caotica città di Fortarsis.

Il nostro ruolo di difensori ci porterà a lasciare spesso le mura che dividono l’hub di gioco dalle maestose e pericolose lande che circondano la città, zona principale della nostra avventura e perfette anche per per sfoggiare in grande stile le potenzialità della nuovissima Xbox One X. La nostra missione, infatti, consisterà principalmente nell’esplorare le aree che circondano Fortarsis e completare svariate missioni. I paesaggi sono a dir poco affascinanti, riempiendo lo schermo di flora densissima e meravigliosi elementi paesaggistici che aiutano il giocatore ad immergersi in questo open-world spaventosamente grande.

I nemici, inoltre, non sembrano proprio mancare in Anthem, dato che gli incontri non sembrano essere per niente sporadici ed anche la varietà di avversari che incroceremo sembra essere a dir poco buona. Troveremo tanto facilmente gruppetti di Scars (piccole bestie umanoidi armate di fucili) quanto bestioni dalle dimensioni bibliche, ma fortunatamente non saremo obbligati ad combattere ogni volta e sarà infatti possibile – e raccomandabile – abbandonare battaglie al di fuori della nostra portata.

I combattimenti sembrano essere davvero intensi, giocando tantissimo sul ruolo che ha ogni giocatore in questo titolo dalla vena chiaramente cooperativa. All’interno di Anthem, infatti, i Freelancer avranno una classe ed un ruolo, determinati dall’armatura Javelin che stanno indossando. Non è chiaro in tutto quante saranno queste corazze iper-tecnologiche dal design a dir poco futuristico, ma tute come la Ranger, ad esempio, saranno molto bilanciata e mobili, mentre la variante Colossus sarà molto più improntata al tanking. Le armi, invece, saranno disponibili in un sistema di livello che richiama per molti versi Destiny, con tanto di sistema di classificazione per rarità delle bocche da fuoco. Esistono anche armi “speciali”, che in poche parole serviranno in determinate circostanze per fare piazza pulita dei nemici a schermo, però non è ancora chiaro se sia un aspetto di gameplay che riguarda le abilità dell’armatura Javelin o se sono semplicemente equipaggiamenti indossabili in slot appositi.

Come in ogni RPG che si rispetti, infine, il roster di personaggi sembra molto carismatico e chiacchierone, dato che nel corso del gameplay verremo quasi letteralmente sommersi dai dialoghi del nostro alter-ego e dei suoi compagni Freelancer. I commenti sono sia funzionali (delineando le tattiche di approccio al nemico) che legati alla storia, però una cosa è evidente: i dialoghi sono molto naturali e piacevoli da ascoltare. Curiosamente i Freelancer commenteranno le situazioni in cui si imbatteranno, facendo osservazioni strane come “conviene aspettare a visitare questo luogo per fare guadagnare Exp al nostro compagno non presente al momento” oppure addirittura esultando per la bontà del loot raccolto. Il tutto sembra davvero donare un tono molto particolare al gioco, rendendo ancor più facile rimanere entusiasti per ciò che è stato mostrato finora.

Quanto dovremo aspettare, quindi, per capire se Anthem sarà il titolo che salva (o rovina definitivamente) la reputazione di Bioware/EA? Purtroppo non è ancora stata ufficializzata una data d’uscita precisa di Anthem, anzi, la potenziale finestra d’uscita è stata già spostata numerose volte. Il più recente di questi slittamenti è avvenuto recentemente, quando il CEO di Electronic Arts ha confermato che essendo previsto un nuovo Battlefield per la fine del 2018 non vedremo Anthem fino all’inizio del nuovo anno fiscale, quindi post-marzo 2019. Il motivo dietro questa scelta, dunque, è per evitare che venga ripetuto l’errore visto con Titanfall 2, le cui vendite furono gravemente influenzate (in negativo) per colpa della finestra di lancio pressoché combaciante con quella di Battlefield 1. Vi ricordiamo, infine, che Anthem uscirà su PC, Xbox One e PlayStation 4 e che verrà resa disponibile su tutte le piattaforme una beta prima dell’uscita.

14 giugno 2017