Google annuncia Android Go: Android O ottimizzato per device entry-level

scritto da Andrea Pettinari il 17 maggio, 2017

Direttamente dal palco del Google I/O 2017 il colosso californiano, dopo aver mostrato alcune delle nuove funzionalità della prossima release di sistema Android O, ha fornito una breve anteprima di Android Go, una versione ottimizzata del nuovo sistema operativo che servirà a far funzionare al meglio quei dispositivi più economici, dotati di 1 GB o meno di RAM.

Questa novità va ad equipararsi al già disponibile Android One, sistema operativo diffuso nei Paesi ancora in via di sviluppo (come l’India), e promette di fare faville sui device entry-level, portando con sé una serie di funzionalità ottimizzate per funzionare con poche risorse di sistema. Tra le funzionalità di Android Go, infatti, troveremo un kernel e un’interfaccia grafica in grado di allocare molte meno risorse rispetto alla versione base del SO: congiuntamente, infatti, esse occuperanno meno di 512 MB di RAM. Android Go sarà poi dotato di una funzionalità “Data Saver” attiva di default per quanto riguarda il consumo di dati mobili, mentre arriverà già in dotazione di Google App ottimizzate per questa piattaforma come YouTube Go (già disponibile), che permette di controllare le dimensioni del video prima di aprirlo, mentre annovera anche il salvataggio offline, per scaricare i propri video preferiti offline in modo tale da rivederli fuori di casa senza consumare traffico Internet mobile.

Android Go

Tra le app preinstallate, poi, troveremo anche Gboard, già dotata di un vasto pacchetto di lingue. Non servirà dunque configurare l’applicazione scaricando la propria lingua, in quanto quest’ultima sarà già installata e pronta all’utilizzo. Anche il Play Store verrà modificato e disporrà di specifiche applicazioni ottimizzate per Android Go, con file .apk (gli installer) che occuperanno meno di 10 MB ed un funzionamento generale che permetterà di risparmiare risorse di sistema e batteria.

Google ha annunciato che tutte le future release di Android disporranno di una versione alternativa Android Go, che nel caso di Android O arriverà solo verso la fine di quest’anno. Ogni dispositivo con meno di 1 GB di RAM potrà attivare questa variante del sistema operativo di Big G, mentre in futuro la stessa possibilità sarà estesa a tutti i device sul mercato. I primi dispositivi dotati di questo sistema operativo, invece, vedranno la luce solo a partire dal 2018.

Top