Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Altoparlante intelligente: i migliori prodotti in commercio

Altoparlante intelligente: i migliori prodotti in commercio

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 17 luglio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Nasce Amazon Prime Students: tutti i privilegi dell’abbonamento Amazon Prime, ma alla metà del prezzo se siete studenti. Per saperne di più ed eventualmente attivarlo clicca qui. Vi segnaliamo inoltre alcune interessanti promozioni:

  • Tado Week: dal 16 al 23 ottobre tutti i prodotti tado° offerti ad un prezzo scontato. Visita la sezione dedicata;
  • Materassi e letti: dal 14 al 20, tanti materassi, letti e supplementi per il sonno in sconto a questa pagina Amazon.
N.B. La guida altoparlante intelligente è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Ottobre 2019.

Sempre più spesso si va alla ricerca di uno speaker che sia capace di fare di più della semplice riproduzione musicale, quindi di un altoparlante intelligente, dotato del supporto ad almeno un assistente virtuale, capace di ascoltare i nostri comandi, rispondere alle domande e controllare gli accessori per smart home.

Altoparlante intelligente: quale comprare

Un altoparlante intelligente è uno speaker dotato di almeno uno degli assistenti virtuali più noti – tra cui spiccano in primo luogo Google Assistant ed Amazon Alexa. Dunque, quando si deve scegliere un prodotto di questo genere, bisogna sia fare delle distinzioni sulle necessità hardware, che sul lato software, poiché i moderni altoparlanti intelligenti non sono solo degli speaker, ma degli snodi fondamentali dove avviene la ricezione dei comandi e, a loro volta, l’attuazione degli stessi, soprattutto in un contesto di smart home.

In primo luogo è necessario chiedersi quale sia lo scopo di un altoparlante intelligente, e la risposta può essere molteplice, a seconda delle esigenze di ciascuno. Gli amanti dell’altissima fedeltà sonora difficilmente vorranno affidarsi ad uno speaker di questo tipo per la riproduzione musicale, ma potrebbero volerlo sfruttare come sorgente di input di alcuni comandi, riproducendo invece la musica dal loro tradizionale impianto audio. In questo caso, dunque, anche un piccolo altoparlante intelligente sarà più che sufficiente allo scopo. Lo stesso altoparlante, potrebbe essere usato per sonorizzare ambienti di piccole dimensioni, dove di certo la qualità audio viene messa in secondo piano alla praticità: un bagno o una cucina sono gli esempi più adatti, ma anche la camera da letto, in molti casi.

Esistono poi altoparlanti intelligenti con una qualità audio superiore, adatti anche a sonorizzare ambienti più grandi. Un’altra feature, sempre relativa alla riproduzione musicale, è quella della riproduzione audio multi-room, sonorizzando quindi con la medesima musica – perfettamente sincronizzata – tanti ambienti della casa.

Come abbiamo detto, un altoparlante intelligente non è solo uno speaker audio, ma anche un assistente domestico e domotico. Molti hanno già familiarità con gli assistenti virtuali presenti sui nostri smartphone, e qui non si tratta di niente di diverso. Ci sono veramente tanti contesti in cui uno smart speaker può essere sfruttato in modo pratico, utile e piacevole. Si va dalla più semplice richiesta di informazioni: notizie, meteo o quesiti, passando per un’assistenza attiva, come l’impostazione di un timer in cucina, lo svolgimento di un calcolo, e finendo con le funzionalità più innovative e interessanti, che riguardano l’attuazione di comandi per smart home, come l’accensione di luci, la regolazione della temperatura, ma anche l’attivazione del robot aspirapolvere, e così via. Proprio in questo contesto, uno smart speaker, o più di uno distribuiti per casa, possono fare la differenza, permettendo di muoversi in totale libertà, anche senza smartphone, e attuare tutti comandi e le funzioni di una casa intelligente con la sola voce.

Lato software, in Italia, i due principali ecosistemi domotici che includono almeno uno smart speaker nel loro catalogo sono Google Assistant e Amazon Alexa. È molto importante scegliere con attenzione a quale ecosistema affidarsi, soprattutto per le varie funzioni disponibili e per il sistema di interazione, prima ancora che per l’hardware dello smart speaker in sé. Entrambe le società hanno in catalogo degli altoparlanti intelligenti “ufficiali”, cioè realizzati da loro stesse, ma è anche vero che questi assistenti virtuali sono implementabili – e sono stati implementati – su tanti altri prodotti di brand terzi, spesso con feature aggiuntive, come può essere l’impermeabilità, la possibilità di sfruttare lo speaker a batteria, o semplicemente una qualità audio ancora superiore.

In un contesto domestico in cui in futuro si avranno più altoparlanti intelligenti – idealmente uno per stanza o ambiente di casa – sarà difficile ed oneroso passare da un ecosistema all’altro, sostituendo tutti gli smart speaker, a meno che questi non siano compatibili con più di una piattaforma. Dunque, una prima scelta va fatta in base al software, forse ancora più che all’hardware.

In questa guida vediamo quale può essere il miglior altoparlante intelligente, in base alle diverse esigenze, suddividendoli per ecosistema domotico: Amazon Alexa e Google Assistant, queste le due principali piattaforme attualmente disponibili in Italia.

Altoparlante intelligente con Amazon Alexa

La piattaforma di assistenza virtuale di casa Amazon sfrutta la voce di Alexa, ed è arrivata ufficialmente in Itala nella seconda metà del 2018, con un ingresso trionfale: tanti dispositivi diversi prodotti da Amazon stessa, certo, ma anche un buon supporto dei produttori terzi, con molti accessori per smart home già predisposti a funzionare con questo sistema.

L’ecosistema Alexa si allarga sempre di più, e grazie alle API messe a disposizione degli sviluppatori, qualunque brand, produttore, sito, canale di informazione o intrattenimento, emittente, e chi più ne ha più ne metta, può creare una skill specifica per Amazon Alexa – proprio come è possibile per chiunque creare un’app per smartphone. Le skill sono funzionalità che possiamo scaricare, rendendo così i nostri dispositivi capaci di fare più cose, come far leggere allo speaker una ricetta dal sito Giallo Zafferano, oppure giocare ad un quiz di cultura generale – solo per fare alcuni esempi. Le possibilità sono infinite, proprio come lo sono per un’app per smartphone, e questo è uno dei punti di forza dell’ecosistema Alexa. D’altro canto, talvolta, diventa anche un difetto, poiché alcune richieste che ci aspetteremmo fossero esaudite di default, richiedono invece – a nostra insaputa – l’abilitazione di una specifica skill aggiuntiva, operazione da fare tramite l’app Alexa per smartphone.

Echo Dot

L’altoparlante intelligente Echo Dot è il più piccolo della serie Echo prodotta da Amazon. Questo dispositivo è giunto alla sua terza generazione, ma si tratta poi della prima ad essere disponibile nel nostro Paese. Il design è curato, e il tessuto che copre la parte verticale del piccolo cilindro è disponibile il diverse colorazioni. Nella parte superiore, in plastica opaca bianca o nera, troviamo invece i pulsanti per il controllo del volume, la messa in muto dei 4 microfoni, e quello per l’attivazione dell’assistente Alexa, che tuttavia è più pratico richiamare con la parola chiave “Alexa”, oppure con una personalizzabile. “Alexa” è in effetti un termine semplice e veloce da pronunciare, più di quello sfruttato da altri concorrenti, che solitamente richiedono almeno due parole chiave in successione; questo fatto rende molto gradevole richiamare l’assistente, anche frequentemente, senza che l’operazione risulti mai stancante. Un altro punto di forza di Alexa, è quello di svolgere le operazioni richieste senza che ci sia da parte sua prolissità nella risposta.

Echo Dot è lo smart speaker ideale se non si è particolarmente interessati alla qualità audio, ma è comunque più che soddisfacente da sfruttare anche per ascolti casual di musica, come in bagno, in cucina, o in camera da letto. Grazie all’uscita AUX è possibile comunque collegare il dispositivo ad un amplificatore, a sua volta collegato ad un impianto audio di livello più alto, che così acquisisce delle interessanti doti smart.

Echo

L’altoparlante intelligente Echo è il modello “normale” della serie, di dimensioni maggiori, ospita un woofer da 63 mm e tweeter da 16 mm, migliorando notevolmente anche la qualità audio, cosicché il prodotto si adatta anche per l’ascolto di musica con risultati più che discreti. Il numero di microfoni preseti passa da quattro a sei, cosicché anche l’ascolto della nostra voce diventa più preciso, rendendo possibile il dialogo con Alexa anche in un ambiente rumoroso o da una stanza all’altra. Tuttavia, questo modello non è stato aggiornato com il nuovo design più bombato, e mantiene quello delle precedenti generazioni di dispositivi Echo, comunque piacevole.

Un’altra caratteristica unica degli altoparlanti intelligenti della serie Echo è la funzione Drop In, ovvero una chiamata vocale che può avvenire tra Echo diversi, sia della stessa casa – come fosse un interfono – sia di abitazioni diverse, come una normale telefonata. Inoltre, la chiamata arriverà anche sull’app Alexa per smartphone, consentendovi di rispondere anche quando non siete in prossimità di un dispositivo Echo, ovvero fuori casa.

Puoi acquistare Echo su Amazon.

Echo
Prezzo: € 99.99

Echo Plus

Echo Plus è l’altoparlante intelligente espressamente dedicato alla casa domotica, ma anche a chi vuole una qualità audio ancora superiore. Echo Plus presenta un woofer da 76 mm e tweeter da 20 mm, con audio omnidirezionale, e sette microfoni nella parte superiore. La particolarità più interessante è però l’inserimento all’interno di un modulo ZigBee, cosa che lo rende un HUB per smart home compatibile con tale standard, e pronto a comandare tantissimi accessori domotici che sfruttano questo protocollo di comunicazione. Anche gli altri Echo possono comandare gli accessori domotici, certo, ma se questi si basano su ZigBee dovrete avere un HUB (detto anche Gateway o Bridge) per il collegamento a questi dispositivi. È quello che per esempio accade con la serie di lampadine e luci Philips Hue, che necessitano del Bridge Hue per collegarsi alla rete internet. Con Echo Plus, questo bridge non sarà più necessario, e potrete acquistare direttamente i prodotti Philips Hue, così come quelli di tutti gli altri produttori che sfruttano ZigBee per la domotica. Echo Plus presenta anche altre particolarità: al suo interno c’è un termometro, utilizzabile per ottenere un parametro da integrare nelle scene di una smart home, con la possibilità di attuare specifici avvenimenti in base alla temperatura rilevata; inoltre, si aggiunge all’uscita AUX anche un ingresso audio, potendo quindi sfruttare Echo Plus come diffusore di una seconda sorgente audio collegata a questo.

Puoi acquistare Echo Plus su Amazon.

Echo Plus
Prezzo consigliato: € 149.99Prezzo: € 149.99

Echo Spot

Mettiamo in fondo a questa panoramica degli altoparlanti intelligenti di Amazon, Echo Spot, viste le sue caratteristiche peculiari. Si tratta di un altoparlante dotato di display circolare, e utilizzabile come sveglia (non che gli altri non lo siano, ma qui potete visualizzare sullo schermo l’ora), e quindi anche come orologio da scrivania o, perché no, come assistente in cucina. Non presenta nessuna diversità rispetto a quanto possono fare Echo Dot ed Echo, almeno sul fronte dell’assistenza audio, ma si aggiungono alle risposte di Alexa anche dei feedback video, com grafiche interessanti e la possibilità di visualizzare filmati, in aggiunta ai file audio. Questo è però il più modesto dispositivo Echo sul fronte della qualità sonora, e quindi poco adatto all’ascolto musicale, se non in modo sporadico e davvero senza pretese. Sul fronte, sopra il display, è presente anche una telecamera, così da poter effettuare delle vere e proprie videochiamate.

Puoi acquistare Echo Spot su Amazon.

Echo Spot
Prezzo: € 129.99

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Echo Show ed Echo Show 5

Un altoparlante intelligente molto particolare è Echo Show, dispositivo che aggiunge un grande display da 10″ allo speaker – in questo caso di alta qualità, paragonabile a quello di Echo Plus. Grazie al display ampio sarà possibile interagire con Alexa e con le funzioni di Echo in un modo tutto nuovo, per visualizzare su schermo video, feedback, ricette, o controllare la musica senza dover usare la voce. Ovviamente è presente anche una videocamera per le chiamate, e non manca nemmeno l’HUB ZigBee per la domotica, come in Echo Plus. La versione Echo Show 5 presenta invece un display più piccolo, come suggerisce il nome, ed è assente l’HUB ZigBee. Tuttavia in questo modello più recente, Amazon ha scelto di spingere di più sulla privacy, consentendo non solo di disattivare il microfono e la telecamera, ma anche di coprire meccanicamente l’obiettivo di quest’ultima con uno sportellino.

Puoi acquistare Echo Show su Amazon. In alternativa Echo Show è disponibile nella variante Echo Show 5.

Echo Show
Prezzo consigliato: € 229.99Prezzo: € 229.99

Altoparlante intelligente con Google Assistant

Google Assistant è stato il primo ecosistema con smart speaker ad arrivare in Italia, nella primavera del 2018. Come per Alexa, anche qui troviamo tutte le funzioni che consentono di usare l’assistente di Google per un’infinità di operazioni, per la domotica e per l’ascolto di musica. Se avete un dispositivo Chromecast collegato alla TV o integrato in essa, potete anche usare un altoparlante intelligente con Google Assistant per inviare velocemente video al grande schermo.

Google ha portato in Italia meno altoparlanti di Amazon, ma questi sono stati un successo. La frase chiave per attivarli non è personalizzabile, e prevede l’uso delle parole “Ok Google” oppure Hey Google”, cosa che talvolta può risultare più impegnativa di un comando con singola parola. L’assistente Google è anche un po’ prolisso, dando talvolta informazioni e risposte non gradite. Per esempio, quando si vuole spegnere una luce, sarebbe più gradevole che l’assistete lo facesse e basta, emettendo solo un piccolo suono di conferma, o un “Ok”, senza ripetere lunghe frasi del tipo “Va bene, spengo il dispositivo XYZ”. Queste sono piccole finezze, che sicuramente verranno man mano corrette, con un’esperienza via via sempre più personalizzabile. Di passi avanti, dalla sua uscita, ne sono stati fatti tanti, e ogni giorno si vedono miglioramenti e nuove funzionalità nel mondo degli assistenti virtuali e degli altoparlanti intelligenti. Google Assistant è in generale l’assistente in grado di comprendere meglio qualsiasi tipo di domanda, e di fornire una risposta pertinente, proprio grazie alla sua più lunga presenza anche sul territorio italiano – sugli smart speaker certo, ma prima ancora su tutti gli smartphone Android, ed anche iOS tramite la specifica app.

Google Home Mini

Google Home Mini è la versione più piccola degli altoparlanti intelligenti di casa Google, ma è molto apprezzata per il suo design elegante e semplice, ma non freddo. Disponibile in vari colori, la sua superficie convessa rivestita in tessuto richiama la semplice forma di un sasso, e il volume si regola tramite controlli touch; l’unico elemento di controllo fisico è lo switch per la disattivazione dei microfoni, posto sul retro. Particolare cura nei dettagli è stata messa anche nel cavo di alimentazione, che si può disporre attorno allo speaker, poiché mantiene una forma composta ed arrotolata, senza spiegazzarsi. Anche in questo caso parliamo di un dispositivo adatto per riempire di musica gli ambienti più piccoli, o dove le pretese sulla qualità sonora non sono particolarmente elevate. I bassi risultano meno pronunciati che nella controparte Echo Dot, ma le frequenze medie sono leggermente più chiare e definite – differenze minime comunque, che pongono i due prodotti sullo stesso livello per quanto riguarda le prestazioni sonore. In questo caso non sono presenti connessioni di tipo AUX. Come al solito, la scelta può essere fatta in base all’ecosistema preferito, alle compatibilità con i dispositivi smart home che si posseggono o che si desidera acquistare o, in mancanza di particolari distinzioni, considerando anche il prezzo e le eventuali offerte in corso.

Puoi acquistare Google Home Mini su eBay o se preferisci su Unieuro

Google Home

L’altoparlante intelligente Google Home è la versione più grande del Google Home Mini appena visto, e si distingue da questo solamente per il design e per la qualità sonora. Da un punto di vista estetico risulta certamente lo smart speaker più particolare in commercio, vista la sua forma somigliante ad un vaso con la sommità inclinata, che può risultare piacevole in diversi ambienti – ma è anche questione di gusti. Per l’audio troviamo due driver da 50 mm, in grado di sonorizzare un ambiente di medie dimensione, anche in modo piacevole se non si cercano particolari prestazioni e fedeltà elevata. Per l’ascolto troviamo due microfoni, forse un po’ pochi, considerando anche il numero elevato di microfoni usati su alcuni prodotti concorrenti, ma è anche vero che la maggior parte del lavoro per l’analisi vocale, soprattutto nelle situazioni con forte rumore di fondo, viene svolto più che altro dagli algoritmi software – e infatti anche questo prodotto riconosce bene la voce nelle varie situazioni, risultando così l’altoparlante intelligente perfetto per chi volesse un po’ di potenza sonora in più, sempre rimanendo nel mondo dell’assistente Google.

Puoi acquistare Google Home su eBay o se preferisci su Unieuro

Google Nest Hub

Anche Google ha reso disponibile il suo altoparlante intelligente dotato di display, e lo ha chiamato Google Nest Hub. Si tratta di uno smart speaker dotato di display da 7″, capace di svolgere tutte le funzioni degli altri Google Home visti sopra, ma con un un’interfaccia aggiuntiva. Attraverso il display è possibile avere tutto sotto controllo, guardare video da YouTube, oppure gestire i propri dispositivi per la casa connessa tramite tocco. La qualità del display è buona, ed è molto ben fatta la gestione della luminosità, che diventa davvero minima al buio, non infastidendo in nessuna situazione. L’audio è perfetto per una stanza da letto o la cucina, mentre sul Nest Hub non sono presenti telecamere per la comunicazione – a differenza di quanto avviene sugli smart speaker con display di casa Amazon – ma per qualcuno, particolarmente sensibile alla privacy, potrebbe anche essere un vantaggio.

Puoi acquistare Google Nest Hub su eBay o se preferisci su Unieuro

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.