Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Alimentatore Google Home: come sostituirlo o liberarsi dai cavi

Alimentatore Google Home: come sostituirlo o liberarsi dai cavi

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 31 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida alimentatore Google Home è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2019.

Questa guida è dedicata all’alimentatore Google Home, e vedremo come è possibile sostituirlo, sia per lo smart speaker Google Home, che per il più piccolo Google Home Mini. Vedremo soprattutto come sia possibile trasformare Google Home e Home Mini in degli smart speaker portatili a batteria.

Alimentatore Google Home: quale comprare e con quali specifiche

Google Home e Google Home Mini sono caratterizzati in modo molto diverso per quanto riguarda l’alimentazione. Tralasciando il fatto che il dispositivo più grande richieda, come è ovvio, maggiore potenza, la differenza è data anche dalla tipologia di connettore per l’uno e l’altro smart speaker. Google Home Mini, è caratterizzato dal comunissimo connettore microUSB, mentre Google Home ne usa uno proprietario. Ma vediamo più nel dettaglio le caratteristiche elettriche dell’alimentatore Google Home, così come quello di Google Home Mini.

Google Home richiede un alimentatore da 16,5 V e 2 A, e come abbiamo detto il connettore è proprietario, ma è comunque possibile trovarne di compatibili online. Google Home Mini necessita di meno potenza, con un alimentatore da 5 V e 1,8 A, e tale potenza può essere erogata tramite la comune porta microUSB di cui è fornito.

Vediamo ora un paio di prodotti che potete acquistare se l’alimentatore Google Home originario – quello che trovate in confezione – dovesse essersi guastato, e volete sostituirlo. Poi passeremo a vedere alcune basi di alimentazione dotate di batteria, che vi consentiranno di far funzionare questi smart speaker anche senza l’inghippo del cavo, così da poter spostare gli smart speaker in terrazza o in giardino, almeno per alcune ore di funzionamento.

VHBW | Alimentatore Google Home 16,5V-2A

Non è semplice trovare un alimentatore sostitutivo per Google Home di dimensioni maggiori, ma questa soluzione progettata sa VHBW è perfettamente compatibile, sia per le specifiche elettriche di voltaggio e amperaggio, sia perché è dotato di un connettere che può entrare nella presa posta sul retro di Google Home. Non è molto bello esteticamente, è vero, ma è economico e svolge bene il suo lavoro.

Puoi acquistare VHBW | Alimentatore Google Home 16,5V-2A su eBay.

AGPTEK | Alimentatore Google Home Mini 5V-1,8A

L’alimentatore Google Home Mini è più semplice da trovare, soprattuto perché sfrutta il comune connettore microUSB. Questo alimentatore di AGPTEK offre una potenza di 9 Watt, esattamente quanto serve al più piccolo smart speaker di casa Google. È molto economico, e si può collegare al cavo fornito in dotazione, oppure utilizzare un altro comune cavo USB/microUSB.

Puoi acquistare AGPTEK | Alimentatore Google Home Mini 5V-1,8A su Amazon.

AGPTEK | Alimentatore Google Home Mini 5V-1,8A
Prezzo consigliato: € 11.99Prezzo: € 11.99

Alimentatore Google Home con batteria integrata

Se volete liberarvi dai cavi, e usare gli smart speaker Google anche in movimento, o spostarli in zone della casa dove non è disponibile una presa di corrente, esistono delle soluzioni progettate su misura per Google Home e Google Home Mini.

Loft by Ninety7 | Base con batteria per Google Home

Questa base dotata di batteria, chiamata Loft, è stata progettata da Ninety7 per trasformare Google Home in uno smart speaker portatile, ed è disponibile in diversi colori. Google Home permette infatti di cambiare parte della sua scocca, per personalizzarne la finitura. Con la base Loft, non solo si cambierà il tessuto che ricopre gli speaker di Google Home, sostituendolo con una scocca in metallo di varie tinte, ma si donerà a questo prodotto anche la libertà dai cavi. Per ricaricare Loft è comunque necessario collegare l’alimentatore Google Home, e va bene quello fornito in dotazione. Sulla base di Loft sono presenti 4 LED per monitorare lo stato di carica della batteria, che può offrire fino ad 8 ore di funzionamento senza vincoli. Potete scegliere tra la versione bianca, nera, o la particolarissima in bronzo.

Puoi acquistare Loft by Ninety7 | Base con batteria per Google Home (bronzo) su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Loft by Ninety7 | Base con batteria per Google Home (bronzo) è disponibile nella variante Loft by Ninety7 | Base con batteria per Google Home (bianco).

Kiwi Design | Base con batteria per Google Home Mini

Per il più piccolo Google Home Mini arriva in soccorso un altro prodotto, questa volta di Kiwi Design. Anche qui ci troviamo davanti ad un base con batteria, che però va ad aggiungersi a Google Home Mini, proteggendolo anche come un guscio. In questo modo si dona anche più resistenza allo smart speaker durante il trasporto, e il cordino integrato rende semplice attaccarlo dove si preferisce. La base, costituita da silicone sui bordi, e disponibile in varie tonalità, vanta una batteria da 7800 mAh, che permettono a Google Home Mini di funzionare per 24 ore in modalità ascolto, che scendono a 16 ore con un utilizzo più sostenuto. La base Kiwi Design si può accendere e spegnere con un pulsante, accendendo e spegnendo di conseguenza Home Mini. Sulla scocca 4 LED indicano lo stato di carica residua. Un alimentatore Google Home Mini davvero ben fatto, e che dona la libertà al vostro smart speaker.

Puoi acquistare Kiwi Design | Base con batteria per Google Home Mini (grigio nero) su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Kiwi Design | Base con batteria per Google Home Mini (grigio nero) è disponibile nella variante Kiwi Design | Base con batteria per Google Home Mini (grigio chiaro).

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.