Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

Yahoo! cambia le carte in tavola: ecco il nuovo Flickr

di Jacopo Famularoaggiornato il 4 aprile 2015

Dopo anni di chiusura in se stesso, finalmente anche Flickr, noto servizio acquisito da Yahoo! nell’ormai lontano 2005, ha deciso di aggiornarsi e di offrire innumerevoli novità ai propri utenti. Rispetto alla versione precedente della piattaforma, le novità sono veramente innumerevoli e, “stranamente”, a favore dell’utente.

Ormai, si sa, la lotta a chi offre di più a minor prezzo è all’ordine del giorno. Giusto qualche giorno fa abbiamo visto ad esempio un servizio di cloud storage che offre 15GB gratuitamente, contro gli appena 2 del famoso Dropbox. Se dunque vediamo tutta la faccenda in quest’ottica, un servizio poco aggiornato quale Flickr rischiava di essere sopraffatto da altri quali Instagram o similari. Non che si tratti esattamente della stessa cosa, sia ben chiaro, ma ormai l’upload delle proprie fotografie è all’ordine del giorno e gli utenti Yahoo!/Flickr non potevano che ritenersi insoddisfatti delle grandissime limitazioni del portale.

Andiamo però con ordine.

Un nuovo design

Ebbene sì, dopo tanti anni di miglioramenti che si avvicinano al nulla, Flickr ha deciso di dare una scossa non da poco al proprio design. Ora, sempre più importanza viene data alle foto (come tra l’altro e giusto che sia). Meno spazi bianchi, mento spreco di spazio; questo è il nuovo Flickr. La divisione in Set e Album è rimasta invariata, mentre si è andata ad aggiungere la possibilità di vedere le proprie foto su una cartina, grazie alla geolocalizzazione delle stesse e la collaborazione con Nokia Maps.

Abbiamo detto “più spazio alle foto”, ma non dobbiamo dimenticare che dietro alle foto c’è sempre un utente, un occhio. Ecco perchè, come ormai è consuetudine fare su ogni canale sociale, è ora presente in alto una foto profilo, più grande rispetto alla precedente, affiancata da un’immagine di copertina, ovviamente modificabile in base ai propri gusti. Le proporzioni non sono le stesse di quella di Facebook, per intenderci, ma per un fotografo, una foto panoramica non sarà certamente un problema.

Rimanendo nella barra utente in alto, si può notare la comparsa dei nuovi pulsanti riconducibili alle esperienze mobili: il tasto condivisione, in stile iOS, e il tasto opzioni, in stile Android. Insomma, Yahoo! ha fatto un lavoro di mix, riuscito abbastanza bene! A queste iconcine, poste in basso a destra rispetto alla foto di copertina, si affianca quella per la riproduzione in slideshow. Bella ma…

Se c’è una cosa per cui è importante Flickr, questa è sicuramente il suo saper dare importanza agli scatti delle persone: Sebbene sia nato come gioco online, Flickr ha visto una mutazione interna che lo ha portato ad essere ciò che conosciamo oggi, un social network che mette in evidenza foto spettacolari, per dare spazio a chi cerca di emergere in questo campo, oppure per creare semplicemente un portfolio online in modo semplice e veloce. Con questo aggiornamento, Flickr ha deciso di permettere a tutti i propri utenti di poter caricare le foto a piena risoluzione e di poterle visualizzare anche a tale dimensione (differentemente, prima bisognava essere utenti PRO). Il risultato è un mix tra la visualizzazione “allargata”, che precedentemente era raggiungibile con un click sulla foto, e la visualizzazione standard. La cornice nera attorno alla foto è veramente apprezzabile, in quanto dà risalto allo scatto e ai suoi colori.

Anche la navigazione tra gli elementi è ora molto più semplice rispetto a prima. Insomma, Flickr del 2013 è sicuramente una piattaforma unica e che ha riguadagnato il terreno perso.

1TB di memoria per tutti

Per chi conosce Flickr da qualche anno, o anche di più, non sarà stata una brutta sorpresa scoprire di avere a disposizione ben 1 terabyte di spazio per le proprie foto! Per molti potrebbe significare di poter eseguire l’upload di tutti i propri scatti online a piena risoluzione.

[img_sinistra][/img_sinistra]Ciò che fa però brillare gli occhi soprattutto a chi è utente da tempo, è il fatto che tutto ciò avvenga gratuitamente e che i limiti della versione precedente siano stati completamente eliminati. Entriamo nel dettaglio, in precedenza l’upload era comunque illimitato, ma gli utenti standard potevano mostrare a chi avrebbe effettuato l’accesso sul loro profilo solo le ultime 200 foto inserite. Le altre non sarebbero sparite, ma nascoste e mostrate solamente al passaggio alla versione PRO (dietro ovvio pagamento). Tra le altre cose, la versione standard non permetteva che l’upload mensile superasse un certo numero di MB e questo, a volte, implicava la mancata riuscita di upload di un intero set.

Infine, Flickr PRO permetteva ai propri utenti di avere a disposizione le statistiche del proprio account. Al momento, invece, il link per l’attivazione sembra non funzionare. Vedremo in futuro se effettivamente anche questa funzione sarà diventata gratuita o meno.

[img_destra][/img_destra]Cos’è cambiato, dunque? a Yahoo! sono diventati dei benefattori? Non credo proprio, però hanno reso molto migliore l’esperienza utente sul proprio portale fotografico e, per fare questo, anche i prezzi sono stati modificati e adattati al nuovo layout e alle nuove caratteristiche. Con l’abbattimento delle differenze tra account standard e account PRO, Flickr ha deciso di far leva su altri elementi per puntare al guadagno. Il primo è la possibilità di visualizzare il sito senza pubblicità. Per fare questo, il prezzo annuale dell’abbonamento ad “AD-Free” è di circa 39€, mentre di 389€ circa per avere a disposizione un secondo terabyte di memoria da poter utilizzare a proprio piacimento.

Una nuova app mobile

Dopo anni di ingiustificato silenzio anche per quanto riguarda l’applicazione mobile, Flickr ha deciso di rinnovarla totalmente, almeno per la versione Android (speriamo che quella per iOS arrivi presto). Il risultato è ovviamente spettacolare. Ora è molto più semplice da usare e anche le funzioni sono migliorate!

Oltre alla visualizzazione delle foto, sarà possibile condividerle in velocità, commentarle, visualizzarne tag, dati EXIF e molto altro. Insomma, una vera e propria versione mobile del sito, finalmente. Le carenze della scorsa versione si facevano sentire, tanto da renderne anche inutile il download in molti casi.

   

Ovviamente, essendo Flickr un servizio dedicato alla fotografia ed essendo quest’ultima in continua espansione nel mondo mobile, non poteva non essere presente un tasto di acquisizione rapida, ripreso direttamente dalla vecchia versione. Grazie ad esso potremo quindi scattare una fotografia e caricarla in pochissimo tempo.

Tra le altre funzionalità, sicuramente spicca la possibilità di prendere visione dei propri contatti, dei gruppi ai quali si è iscritti e delle varie attività. Si possono inoltre cercare amici e fotografie, nonché, ovviamente, visualizzare le proprie. Per quanto riguarda i propri scatti, inoltre, sono salvabili direttamente sulla memoria del telefono, oltre che essere condivisibili sui vari servizi quali Facebook, Twitter, Pinterest e via mail.

Conclusioni

Insomma, Flickr finalmente ha deciso di darsi una mossa e, questa volta, lo ha fatto nel modo giusto, offrendo veramente ampie possibilità ai propri utenti, che ringrazieranno (o almeno per me è stato così) anche e forse soprattutto per il terabyte di memoria messo a disposizione. Se siete dunque interessati a scoprire il nuovo Flickr, vi consigliamo caldamente di andare a fare un salto sul nuovo sito!