Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

e-commerce: le linee guida generali per acquistare sul web

di Alessandro Cavaraaggiornato il 8 agosto 2017

2002 – Un ragazzino in procinto di cominciare l’anno che lo porterà all’esame di terza media convince la famiglia della necessità di acquistare il primo personal computer. Una volta presa la decisione, il ragazzino si consulta con amici e conoscenti vari per informarsi su quale PC acquistare. Fatto ciò, costringe i genitori ad un “tour” in vari negozi specializzati della zona per riuscire a trovare il prodotto che cerca ad un prezzo vantaggioso; una volta trovato, rompe il salvadanaio, si reca nel negozio ed acquista il tanto agognato computer. Il tutto dopo aver sbattuto la testa in ogni dove, essersi convinto della scelta e sperando di aver effettuato l’acquisto nel modo più conveniente.

Dopo dodici anni qualcosa è cambiato: non le necessità, ma il modo di informarsi e di acquistare beni e servizi. L’e-commerce ha cambiato la nostra vita; non che agli albori degli anni duemila questa tipologia di commercio non esistesse, ma nel nostro Paese certo non godeva della fama e dei “numeri” di oggi; vi erano solamente i primi germogli. Stando ai risultati infatti, dal 2007 al 2013 i miliardi di euro mossi dalle transazioni online nel nostro paese sono cresciuti da 4,8 a 13,3. Numeri a parte, il contesto tecnologico che ci circonda e di cui noi siamo portavoce è uno dei solidi protagonisti del commercio online. Oggi vorremmo potervi fornire quelle che secondo noi sono le basi fondamentali per acquistare in sicurezza su internet; risparmiando!

Se non vedo, non credo

Molte persone sono ancora restie ad affrontare acquisti online. L’età non centra, in tanti sono spaventati dalla vastità e dall’incognita che il web ed il nostro interlocutore possono rappresentare. Personalmente, da quando ho cominciato con assiduità ad acquistare online, sono entrato in un vortice senza uscita, fortunatamente non per esperienze negative. La forma dei miei acquisti è stata condizionata infatti da tre fattori principali: la prudenza prima di tutto – elemento che non deve mai mancare – il risparmio e l’evoluzione dei rivenditori a cui mi affidavo.

Il campo dell’elettronica di consumo è quello che forse più si presta ad acquisti online, il tutto perché, a mio avviso, nasce e muore sul web. L’informazione in questo campo è cambiata: recensioni, pareri, critiche, esperienze d’uso: tutti questi dettagli inerenti ad un prodotto o ad un servizio tecnologico sono disponibili sul web, va da sé dunque che si possa essere maggiormente allettati ad effettuare l’acquisto di ciò che si desidera proprio su una piattaforma online, incoraggiati poi dal preciso sistema di feedback che molti siti di e-commerce hanno sviluppato consolidando la loro reputazione. Vediamo come poter rendere questa metodologia di acquisto meno spaventosa.

Sicurezza: i modi per acquistare senza preoccupazioni

La sicurezza in ambito degli e-commerce riguarda sicuramente due fattori: la privacy ed il corretto svolgimento delle transazioni economiche. Per quel che riguarda il primo fattore le regole sono sempre le solite: controllare la presenza di “https” nell’URL del sito al quale stiamo accedendo che sta a significare l’essere al riparo da intrusioni esterne, controllare attentamente le condizioni contrattuali per il servizio che stiamo sottoscrivendo (anche se dovesse essere gratuito) prima di accettare.

Inutile dire che la password d’accesso al nostro account per la sottoscrizione ad un sito di e-commerce rappresenta l’elemento principe. Essa deve necessariamente essere complessa; l’uso di maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali al suo interno ci aiuterà al fine di ciò.

[img_destra][/img_destra]Per quel che riguarda il secondo aspetto elencato possiamo riassumere la questione in: carte di credito, carte prepagate e Paypal. A meno di particolari opzioni di pagamento predisposte da alcuni siti infatti, queste sono le soluzioni principali per acquisti online. Le prime elencate, sicuramente conosciute da tutti, rappresentano forse la soluzione più “antica” e consolidata per effettuare acquisti all’estero e online. Purtroppo in molti ancora non ne dispongono di una da voler impiegare in ambienti esposti come il web – magari perché associate ad un conto dove si percepisce la busta paga.

Non si può certo biasimare la cosa, ed è per  questo che andiamo ad analizzare le altre due opzioni d’acquisto. A fronte dell’utenza sempre più giovane affacciatasi sul web per acquisti online parecchi istituti di credito hanno concepito la carta di tipo prepagato o ricaricabile. Questa infatti, utilizzando i medesimi circuiti bancari della “sorella maggiore” analizzata sopra, è perfettamente adatta per effettuare acquisti online, col vantaggio però di non essere legata a nessun conto corrente. In caso di “guai” o truffe telematiche infatti, l’utente mette a rischio solo ed esclusivamente ciò che avrà pre-caricato sulla carta.

L’ultima soluzione, Paypal, smaterializza od in alternativa integra nel modo più assoluto l’intero sistema di pagamento delle carte di credito descritto poc’anzi. A fronte dell’attivazione di un account gratuito sul sito paypal.com, esso può essere configurato come conto online che si frappone, a mo’ di filtro, con soluzioni di assicurazione sulla transazione per le operazioni monetarie tra noi e l’interlocutore; questo servizio infatti può essere configurato come conto online ricaricabile abbinato ad una carta di credito, come carta prepagata di un circuito bancario abilitato o semplicemente gestibile con operazioni di ricarica tramite i mezzi più disparati come un bonifico a favore del nostro account Paypal.

[img_sinistra][/img_sinistra]Un’ulteriore attenzione va posta sicuramente nei confronti dei venditori: Prestate sempre occhio ai feedback (le valutazioni post-vendita degli acquirenti verso questi ultimi) che gli acquirenti hanno dato al venditore che vi propone l’oggetto che desiderate; l’esperienza comune d’acquisto rappresenta uno dei metri di paragone più utili per evitare vere e proprie fregature.

Post Vendita: le condizioni che è necessario considerare

Il rapporto tra acquirente e venditore non può certo dirsi esaurito con la fine della compravendita. Una volta acquistato un oggetto è bene domandarsi come dovremmo comportarci in caso di difetti o guasti. É necessario essere sempre informati sui diritti correlati all’acquisto che stiamo effettuando, garanzia a parte. Nel mondo del web è bene conoscere la politica di resi e rimborsi dello store al quale ci stiamo “avvicinando”. Un buono store online, in linea generale, assicura un servizio di rimborso o reso gratuito in caso di acquisto difettoso. Un servizio ancora migliore può essere l’assicurazione del pacco contenente l’oggetto, garantendo un risarcimento in caso di perdita o danneggiamento di quest’ultimo durante il trasporto.

Seguite queste premesse possiamo decidere di affrontare in modo più sicuro il nostro acquisto online. Riportiamo di seguito quelle che sono le piattaforme web per gli acquisti inerenti alla tecnologia (ma anche ad altro) che in questo periodo si sono contraddistinte per diversi fattori.

Siti di e-commerce sotto la lente: pro e contro

Prima di addentrarci nello specifico elenco delle piattaforme generaliste di acquisto online più conosciute vorremmo invitare ognuno a consultare sempre il sito ufficiale del produttore riguardo il prodotto che si vuole acquistare. I siti ufficiali dei brand sono praticamente sempre certificati e sicuri e, in qualche occasione, è possibile imbattersi in promozioni anche al loro interno.

Trovaprezzi

[img_destra][/img_destra]Più che un sito di e-commerce possiamo definirlo un aggregatore di offerte. Collegandovi infatti al sito www.trovaprezzi.it (disponibile anche come app mobile) l’unica cosa che dovrete fare sarà immettere il nome del prodotto che state cercando nella barra di ricerca e questo fornirà un elenco degli store online che vendono ciò che cercate, il tutto “in nome del risparmio”. Di default infatti Trova Prezzi concentrerà le offerte più basse in base alle esigenze. L’applicazione mobile integra anche una funzione promozionale che ogni fine settimana suggerisce i ribassi più consistenti per i prodotti più ricercati online dal popolo della rete.

Altri siti simili a Trova Prezzi sono: Kelkoo, Google Shopping e Twenga.

Amazon

[img_destra][/img_destra]È doveroso citarlo in cima alla lista anche se non è stato il primo del suo genere a nascere. Amazon rappresenta il sito di acquisti online più famoso al mondo senza ombra di dubbio. Le categorie di prodotti presenti al suo interno sfiorano l’infinito: potrete infatti acquistare articoli di elettronica, abbigliamento, TV, smartphone, libri e tanto altro a prezzi di mercato veramente competitivi. Uno dei più grandi punti a favore di questo immenso store online sta nel fatto che Amazon non solo si prefigge di fungere da catalizzatore, ospitando venditori terzi, ma si propone per moltissimi articoli come venditore diretto, di recente anche come produttore, dei prodotti in “vetrina”; tutto ciò si traduce in un servizio di spedizioni eccellente (eventuali ritardi dipendono unicamente dal corriere espresso), un’imballaggio della merce perfetto ed in molti casi un risparmio notevole su moltissimi prodotti.

A fronte di un iscrizione gratuita ad Amazon potremo infatti avere sotto controllo ogni aspetto del nostro ordine: dalla nazionalità dello store dal quale acquistiamo, ai tempi di consegna, alla gestione (impareggiabile) dei feedback. Amazon rappresenta poi uno standard nel settore in quanto a sicurezza e privacy. L’uso dei sopracitati feedback, (che per i venditori sembrano essere più importanti del pagamento stesso) e l’adozione di restrittive politiche della privacy fanno della piattaforma  appena descritta una garanzia di qualità. Se vi apprestate ad acquistare online, magari per la prima volta, Amazon deve essere una delle mete per il vostro shopping virtuale. Prendete in considerazione l’idea di sottoscrivere anche un account Amazon Prime a pagamento, il quale offre spedizioni in giornata, sconti particolari e tanto altro.

eBay

[img_destra][/img_destra]È il primo sito di e-commerce ad essere stato costituito ancora nel lontano ’96 da Pierre Omydar. Arrivato in Italia solo nel 2001, rilevando la piattaforma iBazar, la sua presentazione viene da sé. Non è difficile immaginare perché eBay sia stato per anni sul podio di questa categoria; basta infatti visitarlo per scoprire che anch’esso contiene una distesa infinita di prodotti di qualsiasi natura. Anche qui infatti i campi spaziano dall’elettronica all’abbigliamento, passando per i libri, gli articoli sportivi, prodotti per la casa e tanto altro. eBay rappresenta per i venditori, un’importantissima vetrina per i propri prodotti. Esso infatti non vende e non spedisce direttamente, ma raggruppa un numero incredibile di “negozi” di qualsiasi genere: privati e professionisti. I venditori che eccellono nella vendita dei prodotti possono diventare power seller.

eBay è una piattaforma sicura per gli acquisti online. Particolare attenzione va comunque posta a tutti i dettagli dell’inserzione e soprattutto ai feedback sui rivenditori. In questo sito infatti ogni inserzionista ha regole proprie: lo stato dell’oggetto messo in vendita (nuovo od usato), i tempi di consegna e le modalità di pagamento sono stabilite esclusivamente dal venditore stesso. eBay non è responsabile di ritardi, condizioni dell’oggetto o politica post vendita; esso infatti si configura solo come tramite tra le due controparti della compravendita, anche se ovviamente impone delle linee guida ben rigorose, le quali assicurano l’affidabilità dell’intero market.

 

ePRICE

[img_destra][/img_destra]Sito tutto italiano facente parte dell’holding Banzai. Utile per acquistare prodotti tecnologici, sportivi, per la persona, per l’auto e per la casa. In seguito a registrazione gratuita è possibile iscriversi alla newsletter per essere sempre informati sulle promozioni in corso. Facendo una ricerca di vari prodotti di tendenza, anche di recente produzione, è possibile imbattersi in prezzi convenienti; da aggiungere anche la comodità di una spedizione rapida, efficiente, ma soprattutto… non sempre presente; vi spiego il perché: con la formula pick&pay è possibile infatti risparmiare sulle spese di spedizione e ritirare il prodotto ordinato al punto ePRICE più vicino a voi. Vi è poi la possibilità di effettuare l’acquisto di carte regalo spendibili sulla piattaforma. Anche in questo caso siamo di fronte ad una piattaforma di facile utilizzo e di affidabilità certa.

Monclick

[img_destra][/img_destra]L’Eldorado per gli acquisti informatici. Questo store infatti negli ultimi anni ha conquistato il podio di convenienza, affidabilità e vastità di scelta per prodotti informatici e tecnologici in genere. Acquisita al 100% da Project Informatica, società che assicura da più di vent’anni la fornitura di prodotti informatici all’ingrosso ad aziende di ogni dimensione. Monclick offre tutti i vantaggi dell’acquisto senza mediatori. Dopo aver effettuato una registrazione gratuita è possibile acquistare ciò che stiamo cercando in tutta sicurezza scegliendo tra un vasto assortimento. Se cercate componenti per PC Desktop, un notebook o semplicemente una TV non potrete esimervi dal visitare questo sito.

Pixmania

[img_destra][/img_destra]Azienda commerciale francese con sede a Parigi creata nel 2000 dai fratelli Rosenblum specializzata nella vendita di prodotti di tecnologia (informatica, fotografia, elettrodomestici) e di cultura generale (DVD, musica, ecc) venduti attraverso il proprio sito internet ed alcuni negozi sparsi sul territorio europeo. Possiamo trovare anche in questo caso prodotti scontati in modo considerevole, complice il fatto che molti dei quali potrebbero arrivare da diverse parti d’Europa godendo di un prezzo differente applicato dalla regione d’origine. Contrariamente a quanto successo con Amazon, il sito si era inizialmente presentato come venditore diretto dei prodotti a listino, ma negli ultimi anni ha aperto una politica che permette a venditori terzi di affiliarsi al markeplace. In questo modo Pixmania ha allargato le proprie referenze da 45.000 a 1.400.000, potendo così far spazio anche a nuove categorie merceologiche. Anche in questo caso è richiesta un inscrizione gratuita al sito per poter acquistare in modo veloce e sicuro. 

 

Clove

[img_destra][/img_destra]Store inglese incentrato sulla vendita di tablet, smartphone e dispositivi indossabili. Il sito assicura che per quanto i prodotti venduti provengano dal Regno Unito, ognuno di essi sia sim-unlocked e quindi utilizzabile in tutto e per tutto anche al di fuori dello stato di provenienza. Vale la pena visitare questo store in quanto molto spesso possono essere messi in vendita prodotti in anteprima rispetto alla data di uscita italiana. In questo caso è utile valutare bene durante l’acquisto la differenza di tassazione inglese rispetto a quella in vigore nel nostro Paese. Il prezzo potrebbe sembrare ribassato per alcuni prodotti, ma è bene tener conto che, in caso di controlli doganali sulla nostra spedizione, è possibile che siano aggiunte tasse sull’acquisto effettuato. Potete visitarlo qui.

 

Yeppon

[img_destra][/img_destra]Ecco un altro sito di e-commerce focalizzato sulla tecnologia. Veloce e preciso, Yeppon accetta pagamenti anche con Bonifico anticipato o contrassegno direttamente al corriere. Si consiglia una visita per scoprire le promozioni periodiche che molto spesso sono presenti all’interno del sito. È anche un rivenditore presente su Amazon.

Groupon

[img_destra][/img_destra]I famosi coupon tanto in voga nel continente americano si digitalizzano e diventato alla portata di tutti. Attraverso questo sito, che negli ultimi anni si è fatto applicazione disponibile per dispositivi mobili, è possibile accedere ad una serie di sconti tra i più disparati su beni e servizi di diversa natura. Ecco quindi che potremo vedere proposte a condizioni agevolate (ma anche limitate nel tempo): cene, giornate relax, servizi di manutenzione tra i più disparati, prodotti di vario genere merceologico, ingressi ad eventi e tanto altro. L’acquisto avviene online previa registrazione al sito e solitamente viene concesso un buono da stampare o tenere in memoria sul proprio device per essere poi mostrato direttamente in loco nel momento in cui decidiamo di usufruire del servizio offerto dal negozio/partner di Groupon. Nel momento in cui invece decidiamo di acquistare un prodotto, esso potrebbe anche esserci recapitato a casa a seconda dei termini previsti nella descrizione dell’annuncio.

Per diventare partner di Groupon come “promotore di sconti” è necessario aderire al servizio stipulando un contratto con il gruppo stesso a fine promozionale. Il tutto rende gli sconti di Groupon sicuri e spendibili, favorendo i diritti del consumatore.

Subito

[img_destra][/img_destra]Il più grande portale Italiano di annunci per la compravendita tra privati; un grande “bazar” online. È possibile inserire annunci della natura “vendesi” o “cercasi”; da segnalare la possibilità di creare inserzioni o interagire con altre già presenti anche senza registrazione. Il tutto avviene in maniera molto simile ad un atto di compravendita tra privati “offline”: si cerca l’articolo desiderato, si entra in contatto con il venditore e si tratta sul pagamento accordandosi in seguito per il ritiro dell’oggetto. La forza di subito.it sta nel suddividere gli annunci per provincie in modo da poter mettere in contatto venditori e acquirenti della stessa area geografica. Attraverso la registrazione gratuita è possibile inserire annunci via via più completi, fino ad arrivare, con le modalità a pagamento, a dare una completa visibilità al proprio annuncio mantenendolo tra i primi risultati di ricerca che più tempo o abilitando il caricamento di più di 5 foto per inserzione.

Kijiji

[img_destra][/img_destra]Simile al sito appena citati, Kijiji fa parte del gruppo eBay ed oltre a poter inserire piccoli annunci per la compravendita di oggetti tra privati esso permette l’inserimento, in un’apposita area, di annunci di offro/cerco lavoro. La sicurezza in questi due siti è un concetto relativo. Le piattaforme sono entrambe affidabili e certificate, ma oltre alla dichiarazione della privacy non vi sono altri punti caldi su cui soffermarsi in quanto l’accordo per il pagamento avviene direttamente tra le due controparti in modo autonomo e completamente indipendente dal sito stesso.

Wish

[img_destra][/img_destra]L’e-commerce diventa social. Negli ultimi tempi è balzata agli onori della cronaca l’app di questo store, disponibile per tutti gli OS mobile, la cui peculiarità è l’estremo legame che quest’ultima presenta con social network come Facebook o Twitter. Questi ultimi non sono in alcun modo affiliati a Wish ma diventano protagonisti quali potenti mezzi di pubblicità e scontistica per i prodotti in vendita sullo store sopracitato. L’utente infatti, dopo essersi registrato a Wish tramite il suo account Facebook o Twitter, può ricercare ciò che più desidera all’interno del catalogo dei prodotti, ma godrà di un gran numero di buoni sconto quanto più condividerà sui social network in questione i prodotti oggetto del suo desiderio. Ecco che risulta facile vedersi scontato un prodotto anche fino al 40% solo dopo averlo condiviso come “desiderio” a pochi amici su Facebook o follower Twitter. Anche in Wish il catalogo dei prodotti è incredibile. Si trovano accessori per: telefonia, elettronica/informatica, orologi, bigiotteria, vestiti, scarpe e molto altro… ma attenzione! Non tutto quel che luccica è oro; molti dei venditori affiliati alla piattaforma appartengono a mercati extra europei e per quanto non siano presenti contraffazioni all’interno dello store, non aspettate di poter trovare prodotti di marca. Personalmente ho acquistato alcuni beni di consumo come cavi, accessori e cover per il mio smartphone e mi sono trovato molto soddisfatto degli acquisti. I pagamenti possono essere effettuati tramite carta di credito e Paypal. Unica nota dolente? La spedizione! Quest’ultima, per quanto sicura e con sicuro recapito, avviene solo ed esclusivamente attraverso canali di posta stranieri che vanno ad interfacciarsi con Poste Italiane; è dato dunque aspettarsi attese superiori alle due settimane per l’effettiva consegna della merce. È in ogni caso attivo un servizio di assistenza clienti comprendente anche reclami e resi completamente italiano.

MiniIntheBox 

[img_destra][/img_destra]Incentrato anch’esso sulla vendita di piccoli oggetti di consumo che vanno dagli accessori per smartphone, computer, fotocamere ed orologi. Anche in questo caso occorre iscriversi al sito ed il pagamento degli ordini viene effettuato tramite PayPal o carta di credito. Vi è ancora da segnalare la provenienza straniera della merce in vendita, la quale può impiegare anche un mese ad arrivare presso il proprio indirizzo. Chi non ha fretta di ricevere la merce e vuole esplorare una serie infinita di oggetti e gadget può adoperarsi ed acquistare attraverso questo store contando su un servizio di assistenza clienti in lingua italiana.

AliExpress

[img_destra][/img_destra]Con questo store avremo il Sol Levante a portata di click. Facente parte del gruppo Alibaba nato nel 1999,  si prefigge di mettere in comunicazione i fornitori dell’oriente con possibili clienti in tutto il mondo. Il primo contesto di vendita di Aliexpress è stato il commercio di prodotti elettronici. Oggi invece è possibile acquistare al suo interno diverse tipologie di merce di diversa natura a prezzi molto convenienti. Come in altri casi, anche in questo è indispensabile effettuare una registrazione con il nostro indirizzo mail. Una volta fatto ciò sarà possibile consultare le offerte provenienti da vari venditori e acquistarle tramite l’uso dei metodi comuni all’e-commerce descritti in precedenza. Consigliamo questo sito solo a persone che hanno una solida esperienza di acquisti online soprattutto extra-UE. In questo caso infatti la tipologia di prodotti che si acquistano, per la loro provenienza o il loro prezzo, saranno oggetto di controllo doganale anche se spediti tramite corriere espresso. A meno di acquisti con prezzi irrisori di piccoli oggetti, gli acquisti di dimensioni e prezzo considerevoli verranno processati dalle autorità doganali che applicheranno i dovuti dazi e l’IVA sulla nostra spedizione in base a ciò che verrà verificato sul documento di trasporto, fattura di vendita o da un controllo diretto sulla merce. Controlli di questo tipo possono essere all’ordine del giorno e comportano un sostanziale rallentamento nelle operazioni di consegna e talvolta, un forte rincaro sulle spese che al fine verremo a sostenere per ricevere il prodotto desiderato.

A voi lo shopping

Dopo questo dettagliato elenco non resta che auguraci di avervi chiarito le idee sul concetto di shopping online.

I motivi che possono farci titubare sull’acquisto telematico e non reale negli store sono tanti: i metodi di pagamento differenti che si distanziano dal “contante” (tra non molto le impronte digitali entreranno prepotentemente in questo settore, Apple ha aperto la strada) e un rapporto indiretto con ciò che stiamo acquistando sono fra questi. Non abbiamo inoltre (o non agli stessi livelli) quel rapporto di reciproca fiducia che riguarda l’affidamento per l’assistenza post vendita che identifica il venditore come punto di riferimento per i dubbi del cliente.

A tutte queste incertezze vanno però contrapposti altrettanti punti a favore dello shopping online che a nostro avviso potrebbero configurarsi in: comodo accesso ad un catalogo prodotti infinito messo a disposizione dal web, risparmio di tempo tempo, prezzi convenienti.

A mio avviso acquistare online è un po’ come attraversare la strada: una cosa semplice e sicura… se fatto nel modo corretto. Con questo focus vorremmo poter essere le vostre “strisce pedonali”. Felici di avervi chiarito le idee e, se ce ne fosse bisogno, ancora pronti ad aiutarvi ancora.

Non esitate a segnalarci altri siti di acquisti online che, se meriteranno attenzione, verranno prontamente inseriti nella nostra lista.