Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Acer Revo Cube RN76

Acer Revo Cube RN76

di Claudio Carelliaggiornato il 18 giugno 2018
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Acer Revo Cube RN76 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 15 Ottobre 2018.
Acer Revo Cube RN76 provato sul campo

Acer Revo Cube RN76 opinioni

Fase prodotto in fase di stesura..

14 aprile 2018
Acer Revo Cube RN76: il nuovo mini PC arriva anche in Italia

Acer Revo Cube RN76 prezzo e uscita in Italia

Acer Revo Cube RN76 arriva disponibile all’acquisto in Italia tramite il buono e vecchio caro Amazon, oltre che su svariati eventuali altri eCommerce. Qui la build più economica cala nettamente rispetto al prezzo di listino di 279€, partendo dai soli 220€.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon. In alternativa il prodotto è disponibile nelle varianti versione Celeron 3865U con HDD 500 GB o nella variante versione i3-7130U.

12 aprile 2018
Acer Revo Cube RN76: tutto sul nuovo mini PC di Acer

Acer Revo Cube RN76 caratteristiche

Giunto decisamente all’improvviso, il nuovo Acer Revo Cube RN76 continua la striscia tiepida e apprezzabile di mini PC del produttore taiwanese. Il suo scopo è senza ombra di dubbio quello di andare incontro a coloro che non necessitano di macchine particolarmente prestanti, magari per dare vita ad una postazione secondaria da salotto, da ufficio o simili. Non tutti hanno infatti bisogno di mini PC con processori galattici e hardware all’ultimo grido, no? Acer va incontro a questa esigenza con un dispositivo di fascia piuttosto bassa, che però in configurazione può anche raggiungere delle combinazioni più verso il target medio. Vediamo tutti i dettagli sul nuovo cubotto di Acer.

Design

In termini di aspetto estetico Acer Revo Cube RN76 non sarà sicuramente l’ultimo ritrovato in termini di compattezza, con la sua base quadrata ad angoli arrotondati ampia 12 x 12 centimetri circa e un’altezza pari a 5,6 centimetri, però  è davvero carino. Il corpo ricorda un po’ per il form factor quello già visto su Intel NUC, sebbene il profilo che taglia orizzontalmente il blocchetto e lo riveste su tutti i lati sia metallico, piacevole sia al tatto che alla vista. Il resto del corpo, ovvero faccia superiore e inferiore, è in plastica bianca; il risultato finale è davvero molto piacevole, e rappresentativo di un mini PC che non passa sicuramente inosservato. Sulla base troviamo quattro piedini in gomma per l’appoggio solido e isolato sulle superfici, mentre sul retro e sui lati troviamo delle ghiere in apertura per la dissipazione del calore, favorita comunque da una ventola presente al suo interno che ne consente il mantenimento con temperatura accettabile anche sotto sforzo.

Buono anche il posizionamento delle porte, che vedremo nello specifico di seguito. Che altro dire: per le dimensioni si tratta di un Mini PC che sicuramente si adatta meglio su una scrivania che su una mensola, di fianco ad una smart TV: dipende tutto dallo spazio che avete a disposizione dunque.

Hardware

Ma parliamo di hardware e apriamo il tutto con la dotazione di porte. Queste sono dislocate sul lato anteriore e posteriore e no, non sono tantissime. Frontalmente troviamo infatti, oltre ad un tasto di accensione a sinistra abbastanza evidente, troviamo una USB Type-A in colorazione arancio, tipico dello standard USB 3.1, e una USB Type-C, anch’essa ancorata allo standard di velocità elevata. Queste sono l’ideale per connettere hard disk di ultima generazione o altre periferiche – da non sottovalutare gli smartphone, visto che sono anche attive a PC in standby. Oltre alle due porte citate presenzia un jack audio da 3,5 mm combinato, utile sia per l’ascolto che per il dialogo in cuffia. Sul retro invece troviamo, oltre all’alimentazione DC esterna, output video HDMI o DisplayPort fino al 4K, Ethernet Gigabit e altre due porte USB ma 3.0. Non c’è molto, è vero, ma va detto che comunque tramite USB 3.1 è possibile far girare un sacco di standard differenti, oltre che collegare eventuali hub aggiuntivi con lettore di schede di memoria, altre USB e quant’altro.

Passiamo invece alla ciccia grossa, ovvero a ciò che sta sotto la scocca. All’interno del nucleo di Acer Revo Cube RN76 possiamo trovare due processori differenti, entrambi della serie Intel Kaby Lake. Uno è però un Celeron 3865U a quello Intel Core i3-7130U; la differenza fra i due è sostanziale. Il primo è più economico, dual-core a due thread e clock da 1.8 GHz senza hyperthreading, il secondo invece è dual-core a quattro thread con clock da 2.7 GHz; insomma, tutta un’altra storia. Cambia anche la scheda grafica integrata, Intel Graphics HD 610 sulla prima e 620 sulla seconda, con performance superiori sicuramente alle alte risoluzioni e nel decoding di contenuti video ostici sul modello Intel Core. Associati troviamo una RAM DDR4 da 4 GB purtroppo single channel ma liberamente aggiornabile, mediante un modulo SO-DIMM secondario, fino a 16 GB – ma forse avrebbe poco senso su entrambe le configurazioni. Lo storage è invece variabile: le SKU a disposizione lasciano optare per modelli con 64 GB di storage flash eMMC, più idoneo per la reattività del sistema operativo e dei software installati, oppure un hard disk meccanico da 500 GB 2,5″: nel primo caso è comunque possibile integrare un disco meccanico nel bay per lo storage, mentre nel secondo è possibile optare per un eventuale SSD M.2 su cui far partire il sistema. Giusto specificare che il sistema, non avendo processori proprio di poco conto, ha una dissipazione attiva del calore eseguita tramite una ventola montata nel case.

Concludono il tutto chip Bluetooth 4.0 e Wi-Fi 802.11 ac, ottimi per la connessione di periferiche esterne come tastiera e mouse, piuttosto che per il collegamento ad Internet con i vari dispositivi dual-band. Giusto inoltre precisare che all’interno del mini PC Acer ha pensato di integrare un mouse e una tastiera, abbastanza economici e classici, così da offrire una dotazione piuttosto ready-to-use. Questi sono cablati USB, in policarbonato, e di colorazione bianca come il corpo del blocchetto.

Prestazioni

Che prestazioni possiamo aspettarci da Acer Revo Cube RN76? Ovviamente il tutto varia da processore a processore, innanzitutto. Il modello Celeron è ovviamente per chi non ha assolutamente troppe pretese. La prova sul campo è fondamentale, ma è evidente che il sistema centrale in questo caso, non disponendo di hyperthreading, è più limitato soprattutto sulle performance in multitasking. Ok il semplice lavoro d’ufficio con la suite Office, non male la navigazione su browser, ma non è giusto avere troppe pretese, soprattutto se il modello scelto è sprovvisto di memoria flash ma si affida ad un hard disk meccanico.

Diversa la musica invece per il modello con Intel Core i3: certo, non si tratta di un processore di ultima generazione, ma la gamma Kaby Lake ha ottime prestazioni di base anche sui prodotti entry-level come l’i3. Sicuramente meglio la navigazione sul web, e non è qui da escludere l’esecuzione di qualche software un po’ più pesante – magari qualcosa per fare grafica senza troppe pretese, ad esempio. L’eventuale gestione di un piccolo server domestico è sicuramente alla portata di Revo Cube non è assolutamente da escludere, ma teniamo in considerazione che il nostro RN76 non vuole essere una macchina sostitutiva vera e propria di un PC principale, quanto più una postazione secondaria sicuramente molto interessante soprattutto per negozi e attività commerciali che hanno bisogno di eseguire poche e semplice funzioni (a volte anche rare).

Lato sistema operativo troviamo inoltre due scelte: la più classica è Windows 10 Home, quella familiare un po’ a tutti. C’è però da dire che alcune SKU montano invece Endless OS, la nuova soluzione gratuita creata appositamente per l’utilizzo senza troppe pretese e per avvicinarsi all’uso familiare. Decisamente più consigliabile Windows per la produttività, ma se volete mantenere un prezzo basso e farne un impiego soprattutto multimediale, anche la controparte Linux-based fatta per dare il massimo su hardware contenuto può andar bene. Parliamo appunto di multimedialità.

Multimedia

Da che mondo è mondo, l’accostamento “Mini PC e multimedialità” è diretto, fondamentale. Acer Revo Cube RN76, come tutti i prodotti appartenenti alla categoria, strizza indubbiamente l’occhio alla riproduzione di contenuti video e audio: ma cosa ha fra le proprie carte in tavola il prodotto per offrire una buona esperienza di intrattenimento il prodotto? Giusto identificare alcune differenze proprio in base al processore delle varie SKU. Il modello Celeron non è assolutamente da buttare se si parla di riproduzione di contenuti audio e video: le limitazioni potrebbero intercorrere quando si parla di decodificare contenuti complessi come gli H.265, magari ad una elevata risoluzione e ad un peso notevole (soprattutto se non si dispone della memoria flash). L’edizione i3 ha invece un attimo di guizzo in più: potenzialmente potremmo mantenere degli stream video in parallelo, sebbene sia una cosa non troppo utile, oppure godere del classico Netflix 4K se ci si trova su Windows.

Proprio all’OS è sicuramente legato un po’ il discorso delle performance multimediali: Windows non ha alcuna forma di impedimenti, è un sistema operativo ormai collaudato, mentre Endless OS, sicuramente leggero e tempestivo, non gode di alcuni riconoscimenti da eventuali servizi come Netflix. Nessun problema per la riproduzione locale su ogni fronte invece. Se avete però dei pesantissimi contenuti video ad alta risoluzione, magari anche su un disco esterno, scegliere l’Intel Core è oggettivamente la cosa più saggia da fare. L’output video raggiunge fino al 4K, a 24 Hz su HDMi e a 60 Hz su DisplayPort. Regolatevi di conseguenza.

Macchina locale per effettuare download, ascoltare musica, guardare video Full HD? L’edizione Celeron ha le carte per reggere senza problemi. 4K, file pesanti, esecuzione di operazioni in parallelo durante la visione di contenuti? L’edizione Intel Core è meglio.

 

Acer Revo Cube RN76 sarà disponibile fra qualche giorno sul mercato italiano con prezzi a partire da 279€, tutto sommato niente male.

9 aprile 2018
Acer Revo Cube RN76: cosa sappiamo al momento?

Acer Revo Cube RN76 rumors

Nonostante il nostro impegno a seguire assiduamente la categoria, non abbiamo individuato alcun rumor su Acer Revo Cube RN76 antecedente alla fase di annuncio effettivo. Pertanto, la fase dedicata ai rumors è rimasta priva di indiscrezioni: date direttamente un’occhiata alle caratteristiche ufficiali nella fase sovrastante!

2 marzo 2018