Vodafone Mobile WiFi R210: l’hotspot di ultima generazione

L’espansione delle reti 4G porta gli operatori ad offrire prodotti sempre più all’avanguardia ai propri utenti. Il prezzo da pagare è salato, ma valido per i grandi navigatori in mobilità!

vodafone mobile wifi

Premessa

Internet in mobilità, almeno per quanto riguarda il panorama italiano, è sempre stato un problema. Gli operatori, infatti, sono sempre stati molto attenti a non fornire con tutte le opzioni e i piani la possibilità di utilizzare il proprio smartphone come modem, sebbene oramai nella maggior parte dei casi quella di poter attivare un hotspot WiFi sia un’opzione presente di stock.

Inoltre, molte promozioni per la navigazione sono proprio riservate alle meglio conosciute chiavette e agli hotspot come quello che vedremo nel dettaglio in questa review. Utilizzare tali promozioni su dispositivi non autorizzati andrebbe contro il contratto stabilito al momento della sottoscrizione. Questa e un’altra serie di motivazioni legate alla mia rete di casa e alla situazione italiana delle reti fisse mi ha portato a sottoscrivere un piano con Vodafone.

Nello specifico, la scelta è ricaduta sul Vodafone Mobile Wi-Fi R210, prodotto per l’operatore da Huawei, che in questo tipo di dispositivi ci ha sempre saputo fare. Lo stesso, infatti, è prodotto sempre dal brand cinese anche per l’operatore TIM. Ovviamente le promozioni sono molto differenti e, per un utente con le mie esigenze, l’offerta di Vodafone si è rivelata maggiormente sostenibile; così ho deciso di puntare sull’azienda britannica.

Compatto e unibody

Come detto poco sopra, l’oggetto di cui andiamo a parlare nello specifico è un hotspot WiFi che ho scelto per comodità di utilizzo e per versatilità. Composto da un solo elemento unibody non apribile, l’R210 risulta a primo impatto molto ingombrante! In realtà, questo è ciò che si pensa perchè effettivamente è più grande rispetto agli hotspot ai quali si può essere abituati.

Personalmente possiedo anche un secondo hotspot Vodafone (il calssico MiFi 2352 di Novatel) e ritrovarmi di fronte ad un hotspot quale l’R210 è stato quasi un trauma. In un secondo momento, rapportando le dimensioni con altri oggetti che una persona che necessita di connessione ad alta velocità porta sempre con sè, mi sono reso conto di quanto le prime impressioni siano spesso sbagliate. Per fare un paragone nello specifico, l’R210 non risulta più grande e ingombrante di un MagicMouse e anche a livello di peso bene o male risulta molto simile.

vodafone mobile wifi  vodafone mobile wifi

I materiali sono plastica rifinita in nero opaco per il retro, plastica rifinita in nero lucido per il frame laterale e vetro (o plastica trasparente dura) per il fronte. Sul frame sono presenti tutti gli ingressi quali vano SIM, vano Micro SD, ingresso Micro USB e tasto WPS; a questi si aggiunge un pulsante di reset, che permette di ripristinare il device ai dati di fabbrica, compreso nome dell’hotspot e password di accesso alla rete (entrambi scritti sul retro).

Sul fronte, oltre al logo Vodafone, è presente un display che mostra in una barra di stato in alto quanto prende la rete, quante connessioni WiFi sono attive, fino ad un massimo di dieci, il livello della batteria e se sono presenti messaggi. Per quanto riguarda il resto del display, nella parte inferiore è presente un contatore che dice quanto abbiamo consumato a livello di connessione, mentre in centro possiamo far scorrere il nome dell’hotspot e la password.

Connettersi al Vodafone Mobile WiFi R210

Per quanto riguarda la connessione, trattandosi di un hotspot WiFi, fortunatamente non sono richiesti software spazzatura che solitamente vengono appioppati all’utente per connettersi alle varie chiavette. Basta infatti accendere il modem e attendere che questo attivi il proprio segnale WiFi in uscita per poterno rintracciare direttamente dal computer. Per gli amanti delle cose standard e facili, sul retro dell’hotspot sono scritti l’SSID (ovvero il nome di base che troverete) e la key per accedere alla rete. È però presente la possibilità di modificare entrambi, in modo da essere più sicuri che non vi siano connessioni indesiderate esterne.

vodafone mobile wifiCome detto in precedenza, però, è presente anche un tasto di connessione WPS, che permette una connessione cifrata molto particolare: grazie ad essa, infatti, attiveremo una modalità che amplia di molto le funzionalità di protezione della rete. Potranno infatti accedere al WiFi generato dal router solo coloro che sono effettivamente “utenti registrati” e quindi riconosciuti dall’access point come tali; inoltre, questo tipo di cifratura è molto più difficile da bucare, permettendo anche alle persone che utilizzano R210 per lavoro, di poter stare relativamente sicuri e di non essere disturbati o subire furto di informazioni a causa di accessi alla rete indesiderati.

Differentemente ad esempio dal MiFi 2352, questo elemento non è pensato per essere utilizzato anche come modem USB, infatti questa connessione permette di installare sul proprio computer un tool di monitoraggio e niente più. Non che sia un reale problema: se il router è scarico, comunque assorbirà energia dal computer in caso di connessione, ma continuerà a funzionare generando una rete WiFi.

Pannello di controllo

vodafone mobile wifiOvviamente non poteva mancare un pannello di controllo per impostare in base alle esigenze specifiche il proprio R210. Come per molti altri dispositivi di questo genere, il tutto avviene tramite delle web app abbastanza semplici da usare: per sicurezza sarà chiesto all’utente di eseguire un login (ovviamente standardizzato all’inizio, ma che è consigliabile cambiare dopo il primo accesso); una volta effettuato, sarà possibile modificare la password d’accesso, l’SSID e molto altro.

Tra le principali cose da tenere a mente, sicuramente lo standard WiFi che si sceglie di usare: si nota subito l’assenza del nuovissimo AC, supportato da dispositivi com HTC One e Samsung Galaxy S4. Al momento, però, è effettivamente giustificabile, vista l’ancora arretrata espansione e il mancato supporto da tantissimi dispositivi. Tra le altre opzioni, sicuramente spicca la possibilità di inviare e ricevere SMS, in realtà molto meno interessante di quanto non possa sembrare, visto che non sono gratuiti. Ad ogni modo, sicuramente hanno lo scopo, in ingresso, di informare l’utente dell’avvenuta riattivazione di eventuali promozioni sulla propria SIM, nel caso in cui ve ne fossero di attive.

Oltre a questo, sulla destra della pagina della web app, è presente un ottimo pannello di controllo che permette di prendere visione dei propri dati, quali qualità del segnale, stato della connessione, tipo di connessione (se UMTS, HSPA, 4G ad esempio), la durata della connessione e il volume dei dati scambiati. A ciò, si aggiunge anche lo stato della batteria, un modulo veramente instancabile, della quale non è dichiarata la capacità, ma che risulta essere utilizzabile fino a 6 ore di fila. Insomma, veramente molto! tra l’altro, essendo il dispositivo ricaricabile tramite Micro USB, basterà avere con sé una batteria esterna in caso di necessità.

Grazie al pannello di controllo, inoltre, si avrà anche la possibilità di accedere ad una guida online sul device, che sicuramente schiarirà i pensieri a chi non ha ben compreso al massimo il funzionamento del Vodafone Mobile WiFi R210.

App per iOS e Android

vodafone mobile wifiPoco sopra abbiamo parlato di un software per computer che permette di tenere traccia dell’utilizzo del modem, cosa relativamente superflua, visto che sul display dell’R210 viene già mostrato tutto ciò di cui si ha bisogno. Ovviamente, comunque, non poteva mancare una controparte per iOS e Android, che permettesse di prendere visione  di dettagli quali percentuale della batteria, durata di utilizzo, dati scaricati e altro.

Anche in questo caso, l’utilità è relativa: può tornare comoda infatti nel caso in cui il router fosse distante da noi; ma considerando che è fatto principalmente per essere usato in mobilità, difficilmente sarà distante più di un paio di decine di centimetri. All’interno dell’App, comunque, è presente un tasto veloce che riconduce alla web app della quale abbiamo parlato poco sopra. Insomma, un’applicazione che può rivelarsi utile in pochi casi, ma che comunque può risultare più comoda e semplice rispetto alla continua consultazione del modem.

La tariffa

Per quanto riguarda le modalità per avere questo gioiellino sempre con sé, ce ne sono ben due: la prima e più breve permette di avere R210 con 199€ e senza vincoli, cosa che oltre a sembrare poco conveniente, visto il costo, risulta anche abbastanza “stupida”, nel senso che avere un router LTE e non avere un piano dedicato lo rende praticamente inutile.

vodafone mobile wifi

Se dunque non volete spendere 199€ per avere in mano un “soprammobile”, il consiglio è chiaramente di sottostare all’abbonamento che Vodafone propone. Non è propriamente economico, ma se siete in quella fascia d’utenza che necessita di particolari velocità per la navigazione, non risulterà una spesa a vuoto. Per entrare nello specifico, dopo un anticipo di 99€, l’abbonamento vi permetterà con 30€ al mese di scaricare fino a 15GB di dati. Per i recessi anticipati, la mora da pagare è di 100€. Ovviamente Vodafone con questa mossa si è messa al sicuro, ma comunque, viste le tariffe LTE presenti in giro, per la velocità offerta, 15GB per 30€ di spesa non sono un vero e proprio dramma.

Passando alle modalità di sottoscrizione, sul sito Vodafone e tramite telefono, è possibile accedere all’offerta con addebito su carta di credito; se invece sottoscrivete questo abbonamento presso un centro Vodafone, la possibilità che vi viene data è anche quella di scegliere RID bancario.

Conclusioni

Jacopo Famularo Vodafone Mobile WiFi R210
Parlando del prodotto in sè, non si può assolutamente dire che sia un oggetto di scarsa qualità, anzi: Huawei ha fatto veramente un ottimo lavoro e navigare con questo router è qualcosa di sensazionale! Inoltre, la durata della batteria è formidabile e permette di navigare in tranquillità per moltissimo tempo, senza doversi preoccupare di mettere in carica l’R210. Altra peculiarità è la possibilità di connettere fino a 10 dispositivi contemporaneamente, creando una vera e propria rete, anche domestica. Ad esempio, se non volete sottoscrivere un piano di rete fissa, con 10 connessioni potrete sempre avere in rete più computer, magari una stampante WiFi ready, una Apple TV e molto altro.

Insomma, il device per meritare, merita. Tutto sta nel vedere se siete veramente interessati ad una connessione ad altissima velocità. Nel caso in cui foste effettivamente interessati, non possiamo che rimandarvi al sito di Vodafone, dove trovate la possibilità di aderire all’offerta. Quattro stelle e mezza proprio per i costi restrittivi, non giustificabili per chiunque.

Galleria

Jacopo Famularo

Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento