Mediaset Infinity: film e fiction vintage a 9,99€ senza vincoli

Un nuovo servizio di streaming video multipiattaforma, Mediaset Infinity, prova ad aggredire il settore con un prezzo interessante. Ma vale davvero la pena sceglierlo?

Mediaset Infinity

Qualche settimana fa Mediaset ha voluto proporre in grande scala una nuova piattaforma di streaming video. Il suo nome è Infinity, e le sue caratteristiche lo rendono senza dubbio qualcosa di diverso rispetto a ciò che siamo abituati a vedere. Abbiamo provato il prodotto fin dal lancio, avvenuto esclusivamente nel nostro Paese in data 11 Dicembre, avendo così l’opportunità di capire cosa effettivamente offre. Diamo uno sguardo approfondito a Mediaset Infinity.

Mediaset Infinity: una grande libreria di “must-view” sempre con voi

Partiamo dall’inizio, e analizziamo brevemente come nasce e dove vuole arrivare Infinity. Quello che l’azienda Mediaset ci propone è qualcosa che in Italia non è mai esistito, ovvero una piattaforma in abbonamento che consente all’utenza di accedere a determinati contenuti video, senza disporre di un abbonamento “pay TV” con canali esclusivi. La cosa non è affatto da sottovalutare: mentre Sky Go e Premium Play sono semplici client dai quali possiamo fruire canali televisivi in diretta, oppure contenuti on demand disponibili normalmente anche su decoder, con Mediaset Infinity abbiamo l’opportunità di non essere vincolati dal possesso di un decoder o un televisore.

Mediaset InfinityVolendo fare una similitudine, come Spotify non ci costringe ad avere impianti audio all’ultimo grido, così Mediaset Infinity non implica l’utilizzo di TV, decoder, o contratti dalla durata prolungata. Insomma, un po’ il Netflix della situazione, parlando dal punto di vista logico. Non fraintendetemi: se l’avete già provato sapete bene che il mio è un confronto esclusivamente indicativo, niente di più.

L’offerta è abbastanza semplice da capire. Mediaset Infinity mette a disposizione un catalogo di più di 5000 contenuti (attenzione, faremo delle precisazioni su questa cifra) fruibili in piena comodità tramite una connessione ad internet, e su una vastissima gamma di dispositivi, inclusi tablet, smartphone, computer, console e smart TV; il tutto ha un costo di 9,99€ al mese, cifra decisamente inferiore se paragonata al prezzo di un abbonamento Sky, ad esempio. Questa viene decurtata direttamente da una carta di credito associata ad un proprio account Mediaset, e in modo automatico ogni mese. In qualsiasi momento è possibile disattivarne il rinnovo, senza alcun costo aggiuntivo.

Capito di cosa si tratta in modo generico, addentriamoci nei meandri di Mediaset Infinity ed esaminiamo i vantaggi e gli svantaggi del servizio, valutando così se vale davvero la pena sceglierlo o meno.

Esperienza sul web: i primi passi verso l’infinito su PC e Mac

Mediaset Infinity

Per poter accedere alle funzioni complete di Mediaset Infinity il primo passo da compiere è quello di creare un account. Questo andrà a rendere disponibile, su tutti i dispositivi su cui utilizzate il servizio, le vostre preferenze sui contenuti e il vostro metodo di pagamento, utile anche per il noleggio di film esclusivi. Creato il vostro profilo tramite una procedura di registrazione decisamente molto (o troppo) prolungata presente sulla pagina ufficiale, potrete accedere finalmente all’interfaccia principale di Mediaset Infinity, tramite browser.

Come abbiamo già detto in precedenza è necessario indicare un indirizzo mail valido e un metodo di pagamento, disponibile solo tramite carta di credito. Questa, una volta associata, sarà lo strumento che il servizio utilizzerà mensilmente a reperire i 9,99€ in abbonamento in modo del tutto automatico, come avviene già per le piattaforme di streaming musicali note come Spotify, Rdio, Napster o Google Play Music. Ultimato il tutto sarà possibile accedere alla versione web tramite qualsiasi browser installato su computer, tenendo però presente che per poter visualizzare i video in streaming è necessaria la presenza di Microsoft Silverlight.

Mediaset InfinitySpostiamoci sull’interfaccia principale. Questa è rappresentata da elementi grafici abbastanza spartani, molto più orientati all’effettiva utilità dei tasti e dei menu piuttosto che alla cura visiva. A partire dall’alto troviamo una barra più scura dedicata all’account personale tramite la quale sarà sempre possibile ad accedere alle varie impostazioni, una barra di navigazione più ampia tramite la quale è possibile navigare fra le varie categorie o ricercare un contenuto, una grande zona a scorrimento laterale dove Mediaset propone i contenuti più attinenti al momento, e la restante porzione di sito web scaglionato secondo filtri che raccolgono i contenuti tramite vari criteri (vedi ad esempio “I più Visti”, “I più Votati”, “Natale con i tuoi”, ecc.).

Interessante la possibilità di avere sia categorie classiche che ad esempio raccolgono i film in base al genere principale (Comico, Drammatico, ecc.), sia delle vere e proprie sezioni strutturate pressappoco sulla falsa riga della homepage, che raccolgono film o serie TV collegati da un filo conduttore, come ad esempio “I nuovi comici italiani”. È da tener presente che queste cambiano in base a ciò che l’azienda vuole sul portale, rendendo così parzialmente fresco Mediaset Infinity ad ogni utilizzo, ma con una struttura classica indispensabile per ogni videoamatore.

Mediaset Infinity

Ogni contenuto dispone di una scheda descrittiva, di una valutazione generale data dagli utenti, e della possibilità di essere aggiunto ai propri preferiti personali o di utilizzare la riproduzione in lingua originale, quando disponibile. Niente male, soprattutto se siete appassionati incalliti. Per avviare la riproduzione è necessario cliccare sull’apposito tasto “Guarda” contenuto all’interno di ogni scheda. Questo comporterà l’apertura di un player basato appunto su Microsot Silverlight, e l’avvio non proprio tempestivo del video.

Facile storcere un po’ il naso per quest’ultimo. Silverlight non è al momento una piattaforma molto prestante in velocità o in stabilità, e purtroppo sui computer meno attuali può causare qualche rallentamento sicuramente poco apprezzabile per chi sottoscrive il servizio proprio per l’utilizzo esclusivo su desktop. È però fondamentale mettere in chiaro che Mediaset Infinity nasce proprio per arrivare su tutti i dispositivi utilizzati solitamente nell’intrattenimento, potendo così portare tutti i contenuti a disposizione ovunque con sé, in qualsiasi ambiente. Vediamolo appunto sul segmento mobile.

Spazio ai tablet, smartphone work in progress

Mediaset Infinity

Una delle peculiarità del servizio Mediaset Infinity, ormai anche un po’ scontata visto lo sviluppo dei servizi basati sul web, è quello di essere compatibile anche con dispositivi mobili. La gioventù del servizio di streaming va però già dal lancio a influenzare quello che è il disegno finale, ovvero il raggiungimento di tutte le piattaforme comunemente utilizzate dagli utenti. Sebbene infatti Mediaset prometta supporto per tablet e smartphone, al momento solo la prima categoria di dispositivi citata dispone di applicazioni ufficiali per fruire i video in piena mobilità, in pausa dal lavoro, in viaggio, o simili.

Una bella mancanza, sicuramente, ma in base a ciò che l’azienda ci comunica l’approdo su dispositivi touchscreen con display più piccoli pare non sia previsto per un futuro troppo remoto. Ce lo auguriamo. Vediamo però di capire cosa Mediaset Infinity offre almeno su tablet, e su quali.

I client ufficiali disponibili al momento sono compatibili con dispositivi iOS (solo iPad) e con Android (solo tablet). Effettuato il download (potete usare i link appena riportati), l’app chiederà ovviamente di effettuare il login all’interno del proprio account. Questo deve essere creato in precedenza, preferibilmente su dispositivi desktop. Su iPad e su tablet Android infatti la procedura di registrazione dispone di non pochi problemi, dettati dall’utilizzo da parte del server di Mediaset di script poco versatili. Pecca assolutamente da rivedere.

Effettuato l’accesso ancora una volta all’interno della libreria Infinity, troviamo un’applicazione abbastanza coerente con quella che è la versione web su desktop. In alto abbiamo una barra tramite la quale è possibile effettuare il login, una ricerca, o consultare le varie categorie disponibili all’interno del servizio. Più giù, consueta zona a scorrimento dove vengono proposti i nuovi contenuti di rilievo, e ancora più giù i vari raggruppamenti di contenuti video catalogati secondo particolari criteri a discrezione di Mediaset.

Effettuando un tap sul tasto “Menu“, l’intera schermata si sposta sulla destra mostrando un elenco di categorie nei quali sono inclusi i vari generi di film e di fiction, l’accesso alla parte My Infinity (contenente i video preferiti o recentemente visualizzati), i film a noleggio, e i Download. Sì, perché se su desktop abbiamo l’opportunità di vedere film e fiction su uno schermo più grande, su mobile è invece disponibile la possibilità di effettuare il download degli stessi, potendo così riprodurli anche senza una connessione ad internet ogni volta che lo si desidera. Bene, questo è un grande punto a favore.

Mediaset Infinity Mediaset Infinity

Non vi sono altre particolarità: per andare in riproduzione è necessario esclusivamente tappare sul film o sulla fiction che intendete vedere, e il gioco è fatto. In questo caso la riproduzione si avvia con più velocità rispetto al desktop. Speriamo che il supporto agli smartphone possa arrivare davvero presto, benché è abbastanza improbabile sentire l’esigenza di riprodurre molti contenuti su rete cellulare, spesso limitata nel traffico dagli operatori telefonici.

Esperienza completa a 360°: assalto alle smart TV e alle console

Mediaset Infinity

Come abbiamo già detto, Mediaset Infinity vuole arrivare sul più numero di piattaforme possibili, e le smart TV e le console rientrano fra queste. Nel caso delle prime tipologie di prodotto l’impegno necessario è sicuramente maggiore: sono davvero moltissime le smart TV presenti sul mercato, dei brand più disparati. LG è una delle prime case produttrici che dispone ad esempio di un client Mediaset Infinity sullo store, ma sono molti i televisori che ad oggi ne rimangono sprovvisti. La cosa dovrebbe comunque nel tempo migliorare, ma se siete interessati alla possibilità di fruire dei contenuti Infinity sulla vostra smart TV cercate di capire prima se esiste già un’applicazione ufficiale.

Differente invece la situazione su console. Mediaset Infinity è infatti già disponibile fin dal lancio su PlayStation 3 e PlayStation 4 all’interno del canale relativo ai contenuti televisivi. Solo in un secondo momento si aggiungono Xbox 360 e Xbox One. L’applicazione a disposizione sulle console di Sony è strutturata fondamentalmente con le stesse funzioni delle controparti desktop e mobile, ma dispone di importanti bug che ne impedisco un utilizzo stabile. La struttura rimane comunque classica, e abbastanza facile da utilizzare. Lo streaming avviene in modo abbastanza semplice, ed è accompagnato da funzioni quali i sottotitoli, l’audio originale (dove disponibile), le schede tecniche, e i contenuti video correlati.

Mediaset Ininity Mediaset Infinity

La possibilità di sfruttare strumenti appartenenti alla nuova tecnologia è davvero molto interessante. Mediaset Infinity mette a disposizione ad un prezzo contenuto più di 5000 video anche su TV di nuova generazione e su console solitamente in possesso dai più giovani. Facile capire quindi che lo scopo finale è quello di offrire un servizio vicino sia a persone di una certa età che si avventurano nell’utilizzo di nuove TV, sia a chi sta molto al computer o di fronte ad una console, e sia a chi è spesso in giro e porta con sé il proprio tablet. Nel complesso per la sua versatilità l’offerta è davvero interessante.

Contenuti a noleggio: il vero punto debole

Spostiamoci infine nella nostra panoramica su uno dei punti più cruciali del servizio Mediaset Infinity: i contenuti a noleggio. Sì, la piattaforma Infinity necessita di un abbonamento mensile da 9,99€, ma questa rende solo disponibile l’accesso a 5000 contenuti video circa, non li include tutti. Capiamoci meglio.

Mediaset InfinityPer riuscire a mantenere un prezzo sufficientemente ridotto Mediaset propone una vasta vetrina di contenuti disponibile a noleggio. Cosa significa? Che questi non possono essere fruiti gratuitamente, bensì tramite il pagamento una tantum di una cifra che va solitamente dai 3€ in su. La maggior parte dei contenuti più freschi presenti sulla libreria di Mediaset Infinity è proprio a noleggio, e spezza le cerchie degli utilizzatori a metà: una, che è quella dei 10€ base al mese, per chi ama guardare i film anche molto datati, e una per chi intende spendere di più, dai 15 ai 50€ circa, per il quale forse sottoscrivere un abbonamento non conviene poi così tanto.

Diciamolo: invece di acquistare contenuti nuovi (relativamente nuovi oltretutto), potremmo direttamente sottoscrivere un abbonamento Sky con l’On Demand e avere anche titoli esclusivi, supporto su tablet e smartphone, ecc. Infinity però è disponibile su console, su dispositivi mobili, su computer, su smart TV e presto anche su decoder, e non ha gli stessi limiti di dispositivi associati come Sky. È incredibile, ma è facile notare che forse il vero competitor di Mediaset Infinity è proprio Mediaset Premium. Quest’ultimo è disponibile ad un prezzo ridotto, dispone di canali per guardare sport o calcio in live e dell’on-demand, e non ha limiti di dispositivi associati.

Conclusioni

Claudio Carelli
Tirando un po’ le somme possiamo sicuramente dire che apprezziamo la presenza di un servizio di streaming video esclusivamente on demand. Non tanto quanto i prezzi per noleggiare i film però, che rendono Infinity completamente inutile rispetto a Mediaset Premium. Chi è però interessato giusto ad una vasta libreria di film, a prescindere da quanto questi siano recenti, può sottoscrivere un abbonamento con molta tranquillità. Coloro che invece amano i contenuti sempre freschi, probabilmente dovrebbero tenersene alla larga.

Il tutto potrebbe comunque cambiare, soprattutto se Mediaset dovesse rendersi conto che la sua nuova creatura cannibalizza i suoi profitti in modo davvero incisivo; lo speriamo davvero. C’è da dire che il servizio sta crescendo davvero molto nel tempo, lo testimonia il festival dedicato ai talenti emergenti che Infinity ha dedicato tenutosi lo scorso 23 ottobre. Vi ricordiamo che potete comunque provare il servizio gratuitamente per due settimane iscrivendovi sulla pagina principale Mediaset Infinity. Qualora non foste soddisfatti di ciò che offre, potrete disattivare l’account per evitare la decurtazione della prima rata su carta di credito. A voi la scelta.

Mediaset Infinity diventa compatibile con Google Chromecast

Ottime notizie per tutti gli utilizzatori di Google Chromecast, dongle per il mirroring e lo streaming di contenuti in locale dai dispositivi a TV e minitor esterni. Con un nuovo aggiornamento delle app per Android e iOS, Google ufficializza il supporto allo streaming dei contenuti Infinity anche sulla piccola penna HDMI. Sottoscrivendo un abbonamento e acquistando il dongle a pochi euro (trovate nella nostra recensione il link all’acquisto) potremo quindi da oggi portare Infinity in modo facile anche su televisori non smart.

Mediaset Infinity arriva su Windows Phone, Xbox e Xbox One

Mediaset Infinity arriva su Windows Phone. La cosa è stata portata a termine con una collaborazione tra Microsoft e l’emittente televisiva, e metterà a disposizione di coloro che hanno uno smartphone Windows Phone 8 (o 8.1, quindi anche per quelli imminenti), tutti i contenuti presenti sulla piattaforma. Siete curiosi? Scaricate l’app al seguente link.

Riportiamo oltretutto che il servizio Mediaset Infinity è definitivamente giunto in un secondo momento, tramite una partnership ufficiale, anche sulle console Xbox One e Xbox 360. Queste, tramite lo store, potranno godere di tutte le funzionalità offerte dalla piattaforma di streaming, la quale inizia a garantire anche alcune esclusive interessanti. Vi ricordiamo che l’app su PlayStation 4 e PlayStation 3 era già disponibile dal lancio.

Promozione per i clienti Vodafone

Parte oggi il risultato della nuova partnership tra Mediaset e Vodafone. Tutti i clienti potranno attivare il servizio di streaming on demand gratuitamente per un periodo che si estende dai tre ai quattro mesi (tre per i clienti con ricaricabile, quattro per quelli in abbonamento). Al termine del periodo promozionale Mediaset Infinity si attiverà per la classica cifra mensile di 9,99€. Potete usufruire della promozione registrandovi tramite la seguente pagina.

 

Articolo aggiornato al 27/10/2014

Se hai trovato quello che stavi cercando seguici sui social per novità, approfondimenti e recensioni!

Claudio Carelli

Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento